Stevia a volontà per smettere di fumare

Stevia a volontà per smettere di fumare

- in Salute
1584
0

Assumendo stevia si blocca sul nascere il desiderio che la dipendenza da nicotina trasmette al cervello. Ma questa pianta perenne ha anche molte altre proprietà.

Degli studi recentemente condotti in Germania hanno evidenziato come la stevia possa essere considerata un vero e proprio alleato per chi intende dire basta al fumo. I risultati della ricerca dicono, infatti, che questa pianta sarebbe in grado di bloccare i segnali, relativi ai desideri, che vengono trasmessi al cervello. Se assunta con una certa frequenza, quindi, la stevia dovrebbe teoricamente tenere a bada la voglia di accendere una sigaretta e di aspirarne il fumo nocivo. In che modo? Semplice, rilasciando un paio di gocce sulla lingua non appena subentra il desiderio: l’effetto, promettono gli studiosi, dovrebbe essere immediato, tanto da far dimenticare al fumatore, in un attimo, la sua voglia di nicotina.

La stevia dovrebbe rendere molto più semplice il processo di disintossicazione. Si trova in tutti i supermercati e i negozi biologici, sia in polvere che liquida, solitamente nei reparti riservati ai cibi salutari. Diffusasi, inizialmente, come dolcificante per i diabetici, è subito stata apprezzata per le sue innumerevoli proprietà: questa pianta, infatti, è in grado di regolare la pressione sanguigna e di contribuire, se associata ad un’alimentazione bilanciata e all’attività fisica, alla perdita di peso. È stato inoltre appurato che è un vero e proprio toccasana per la pelle, perché la leviga, la nutre e la rassoda più di qualunque altra crema in commercio. È indicatissima anche per chi soffre d’acne, perché lenisce brufoli e foruncoli, e di dermatite.

Essendo così utile si potrebbe perfino pensare di coltivarla in casa. È una pianta perenne, per cui ha costantemente bisogno del calore del sole. Non sopravvive in condizioni di gelo. È sufficiente piantarla in dei vasi del diametro di trenta centimetri, in un terreno di alta qualità che dev’essere ben drenato e di consistenza argillosa, affinché la pianta della stevia cresca in condizioni ottimali. Se ben curata, in primavera potrà addirittura raggiungere i novanta centimetri d’altezza, mentre nelle altre stagioni si stabilizzerà, orientativamente, intorno ai trenta-quaranta centimetri. Inutile iniziare a coltivarla in inverno: meglio aspettare che il clima migliori e che il freddo passi del tutto, onde evitare che le basse temperature ne compromettano l’iniziale e importantissimo processo di crescita. Per “aiutarla” è bene, inoltre, utilizzare sempre lo stesso pacciame e concime, soprattutto se viene coltivata in vaso. Occhio anche gli insetti che potrebbero danneggiarne le radici e ucciderla prima del tempo. Il momento della sua massima fioritura coincide con l’autunno, quando la pianta si allungherà e si arricchirà di piccoli fiori di colore bianco. Tagliandoli, la stevia rilascerà più foglie, che sono quelle di cui avrete bisogno. Vanno fatte essiccare adagiandole su una superficie che non sia metallica: impiegano un giorno circa per raggiungere la giusta consistenza, dopodiché possono essere riposte all’interno di un contenitore e frullate, di volta in volta, fino ad essere polverizzate.

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che