Stare all’aria aperta fa bene ai bambini anche d’inverno

414
stare-all-aria-aperta

Giocare all’aria aperta è salutare in tutte le stagioni, inclusa anche quella più fredda: ecco perché.

Con l’arrivo dei primi freddi la maggior parte dei genitori e degli insegnanti preferisce non far uscire i bambini al’aria aperta, paventando possibili malanni stagionali. In realtà, se coperti in maniera adeguata e portati fuori nelle ore di massima irradiazione solare, vi sono molte meno possibilità di ammalarsi poiché, a differenza degli ambienti chiusi o poco areati, sono meno esposti ad agenti infettivi. È infatti il contatto ravvicinato con altri bimbi, o comunque con persone malate, che causa la diffusione di malattie infettive.

Bambini resilienti

Non solo: secondo il Presidente della SITIP (Società Italiana di Infettivologia Pediatrica) Susanna Esposito, i bambini abituati a giocare all’aperto a qualsiasi temperatura sono i più adattabili, oltre ad essere più creativi e positivi di fronte alle avversità. Potrebbe sembrare un’esagerazione, ma un bimbo alle prese col “brutto tempo” impara ad essere consapevole e a crescere, ma soprattutto a fronteggiare vere e proprie “sfide” e a divenire un adulto che sa affrontare la realtà.

stare-all-aria-aperta

Sistema immunitario rafforzato

Si tratta dunque di superare l’apprensione iniziale ed uscire con i propri figli con qualunque condizione meteorologica, facendo in modo che divenga una consuetudine. Esistono comunque molti modi per assicurarsi che i bimbi stiano all’aperto in inverno in condizioni di sicurezza per la salute. Proteggerli del tutto da batteri e germi è impossibile, ma d’altra parte farli entrare in contatto con alcuni di essi in modo naturale fa sì che le probabilità di incorrere in allergie e malattie autoimmuni si riducano notevolmente. Secondo gli esperti infatti il sistema immunitario del bambino si rafforza stando all’aperto; inoltre respirare aria fresca è importante poiché, a differenza degli ambienti chiusi e poco ventilati, non sono presenti germi e batteri che vengono “riciclati” più volte tramite le prese d’aria.

Buon umore e ritmi circadiani

Il gioco all’aperto inoltre è essenziale per i bimbi affinché possano sviluppare le proprie abilità ed avere l’opportunità di fare esercizio fisico. Il movimento aiuta a regolarizzare i cicli del sonno e fa crescere più sani e forti i bimbi, favorendo il mantenimento di un perfetto peso forma. Altro motivo per cui si dovrebbe permettere ai propri figli di giocare fuori anche d’inverno è la vitamina D. Secondo l’ODS, l’Istituto nazionale della salute degli integratori alimentari, la vitamina D derivata dall’esposizione solare previene il rachitismo, favorisce l’assorbimento del calcio e quindi rafforza le ossa. Inoltre ha un impatto notevole sull’umore, poiché è responsabile dei livelli cerebrali di serotonina.

stare-all-aria-aperta

All’aperto ma in sicurezza

Per le uscite invernali, tuttavia, occorre sempre adottare qualche accorgimento in più per garantire sicurezza ai propri bimbi. Meglio quindi impostare un orario fisso per rientrare a casa, possibilmente prima del tramonto, per evitare il buio e il calo repentino delle temperature. È utile inoltre vestirli a strati per farli rimanere al caldo ed asciutti, facendo molta attenzione ad eventuali segnali di pericolo di ipotermia o congelamento. E, naturalmente, in caso di neve, controllare che le strade non siano ghiacciate e quindi scivolose, onde evitare pericolosi ruzzoloni.

Il Team di BreakNotizie

Leggi anche:

I bambini trascorrono meno tempo all’aria aperta dei carcerati

Come scegliere la prima bici per il tuo bambino