Smartphone e tablet: ecco perché fanno male ai più piccoli

Smartphone e tablet: ecco perché fanno male ai più piccoli

- in Bambini
678
0
Fonte immagine: http://www.panorama.it/mytech/smartphone-tablet/ecco-perche-bambini-non-smartphone/

Tablet e smartphone sono dispositivi ormai entrati di prepotenza nella nostra quotidianità, tuttavia va limitato il loro utilizzo da parte dei più piccoli

Sull’importanza e l’utilità di tablet e smartphone non si discute: ci hanno semplificato la vita, poiché consentono di fare numerose operazioni e mettono a disposizione tante funzioni per le quali prima era necessario un computer, mentre ora tutto, o quasi, è a portata di mano. La tecnologia è di grande aiuto ma è importante non abusarne, soprattutto quando si parla di bambini. Per quanto utili, mettere troppo presto nelle loro mani un tablet o uno smartphone è un errore.

In molti casi, infatti, da semplice passatempo momentaneo il dispositivo mobile finisce per essere utilizzato come uno strumento per tenerebuoni” i bambini il più a lungo possibile, com’è accaduto a molti bimbi delle generazioni precedenti con la tv. Tuttavia è sbagliato affidare a questi device la “curadei bambini, quasi come fossero baby-sitter o nonni, come avviene nei casi-limite. Attirare la loro attenzione con un oggetto dotato di display luminoso, colorato, che brilla ed emana suoni è facile, ma le conseguenze di un uso prolungato di tali dispositivi sono decisamente negative.

KNUTSFORD, UNITED KINGDOM - NOVEMBER 29: In this photograph illustration a ten-year-old boy uses an Apple Ipad tablet computer on November 29, 2011 in Knutsford, United Kingdom. Tablet computers have become the most wanted Christmas present for children between the ages of 6-11 years. Many parents are having to share their tablet computers with their children as software companies release hundredes of educational and fun applications each month. (Photo by Christopher Furlong/Getty Images)

Lasciarli giocare per ore e ore con un tablet o uno smartphone può sembrare una valida soluzione perché loro si divertono con i giochi e le applicazioni installate, ma a livello psicologico si sta mettendo a rischio la loro capacità di essere felici. L’abuso di tali dispositivi riduce le possibilità che il bambino possa relazionarsi in maniera positiva sia con altri bambini che con gli adulti, e in età matura ciò può tradursi nella difficoltà di gestire i rapporti con le altre persone.

L’utilizzo eccessivo di tablet e smartphone crea problemi anche negli adulti, figurarsi dunque quanto possono rivelarsi dannosi per i più piccoli. Persino chi tablet e smartphone li ha inventati faceva il possibile per tenerne alla larga i propri figli: Steve Jobs ha infatti dichiarato più volte che cercava di limitare il più possibile l’utilizzo di questi dispositivi ai suoi figli, che scherzosamente lo accusavano di “fascismo” per via del suo atteggiamento. A lungo andare, l’abuso di dispositivi elettronici nei più piccoli può portare a dipendenza ed esclusione sociale, proprio nell’età in cui si devono sviluppare le capacità di relazionarsi con il prossimo.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Telefonini e smartphone: è pericoloso averli a “contatto”?

La recente sentenza del Tribunale di Ivrea ha