“Stiamo indagando sugli Ufo da tempo”: la clamorosa rivelazione del Pentagono

741
rivelazione-del-pentagono

Esiste un team segreto del Pentagono che da tempo si occupa di indagare sugli avvistamenti di possibili astronavi aliene. A dichiararlo è stata la stessa agenzia governativa, tra lo stupore generale. I “men in black” del cinema quindi esistono davvero?

Da sempre ci siamo chiesti se siamo soli nell’universo, se esistono altre forme di vita al di fuori della Terra. Questo pensiero ha alimentato le nostre più fervide fantasie, i nostri sogni, i nostri desideri. Per molte persone gli extraterrestri vivono addirittura fra noi da molto tempo; per altri invece si tratta di semplici fantasie da sempliciotti, o peggio, “da complottisti”. Stavolta, però, a fomentare il sempiterno dibattito fra le due fazioni, arrivano le dichiarazioni di Christopher Sherwood, portavoce del Dipartimento di Difesa statunitense che ha ammesso l’esistenza di un’iniziativa governativa segreta, la Aatip (Advanced Aerospace Threat Identification Program) atta a raccogliere dati ed indagare su tutti i casi di avvistamenti di ufo. Una dichiarazione che in sé non conferma né smentisce l’esistenza concreta degli Ufo ma che quantomeno spiazza e fa riflettere.

Un corpo speciale nato nel 2007

Il progetto degli agenti dell’Aatip va avanti dal ben 12 anni; il loro compito principale sarebbe quello di condurre “indagini e ricerche su fenomeni aerei non identificati.  A molti potranno ricordare per certi versi i famosi “Men in Black” dell’omonima pellicola fantascientifica. Christopher Sherwood ha inoltre dichiarato che il Dipartimento starebbe attualmente “indagando sui presunti avvistamenti di astronavi aliene”, identificando tutti gli aeromobili del loro ambito operativo ma anche “qualsiasi funzionalità straniera che possa rappresentare una minaccia per la patria”. Fra i dati raccolti e analizzati figurano anche le segnalazioni di aeromobili non identificati rilevati dall’aviazione militare statunitense allo scopo di garantire la difesa della nazione e “la protezione contro il fattore sorpresa da parte dei nostri avversari“. Sicuramente, questi “ufo” hanno qualcosa di molto, molto umano.

rivelazione-del-pentagono

Una dichiarazione bomba per distogliere l’attenzione dal vero scopo dell’Aatip?

Inutile dire quanto le dichiarazioni di Sherwood abbiano suscitato un gran scompiglio, in particolare tra i ferventi sostenitori delle teorie del complotto concernenti gli UFO. Secondo queste tesi, infatti, le prove dell’esistenza di alieni e di ufo sul nostro pianeta sarebbero state occultate dai vari governi in tutto il globo, in particolare dagli USA. Esistono poi varie versioni della medesima speculazione: c’è chi sostiene che i governi si sarebbero soltanto limitati a rinvenire e nascondere i resti di Ufo schiantatisi sulla Terra, chi invece è dell’idea che gli alieni sarebbero vivi e stiano collaborando in gran segreto con alcuni governi terrestri.

men-in-black-usa

Per molti esperti del settore, quella del Pentagono è una vera e propria rivelazione bomba, ma a ben vedere, non dice nulla di nuovo. Certo è che non si tratta di nulla di confortante. Sicuramente non sappiamo se il governo statunitense conosca qualcosa di più sull’esistenza degli alieni, ma senza dubbio conosce sin troppe cose sui cieli nazionali e internazionali, costantemente sotto sua stretta sorveglianza.

Il Team di BreakNotizie

 

Leggi anche:

Come mai non abbiamo ancora incontrato gli alieni?

Marte è popolato da 20 anni: le scioccanti rivelazioni dell’hacker Gary McKinnon