Putin: “La risoluzione UE non tiene conto della democrazia”

Putin: “La risoluzione UE non tiene conto della democrazia”

- in Politica
345
0

Vladimir Putin non ha dubbi: la risoluzione dell’Unione europea è contraria ai principi della democrazia.

Il Presidente russo Vladimir Putin in occasione di una sua recente dichiarazione ha fatto presente di non essere in accordo con l’idea di democrazia che ha il mondo occidentale. Come è facile intuire, le sue parole sono rivolte alla risoluzione promossa dal parlamento dell’Unione europea finalizzata a contrastare la propaganda dei mass media russi.

L’opinione di Vladimir Putin

Le parole di Putin sono state decisamente molto chiare. Nella sua opinione, infatti, a Strasburgo è stata votata una risoluzione che non può essere affatto definita legislativa. Tale risoluzione spinge l’Unione europea a fornire puntuali risposte alle informazioni russe. Ad essere letteralmente sotto accusa sono sia Sputnik che RT che vengono considerati strumenti molto pericolosi nelle mani della propaganda cosiddetta ostile. Dalla Russia, pertanto, tuona forte il grido di allarme per quella che, a loro giudizio, è un’azione che potrebbe compromettere l’idea universale di democrazia. Putin si è addirittura spinto oltre parlando proprio di degrado politico. Il Presidente non a dubbi: tutti sono pronti a dare lezioni di democrazia a Mosca ma nessuno vuole rinunciare ad una politica basata sulle restrizioni.

Le relazioni diplomatiche tra Occidente e Russia

Una simile posizione da parte dell’Unione europea potrebbe compromettere i rapporti diplomatici tra la comunità e la Russia. Putin, infatti, ha chiaramente fatto presente che esistono modi migliori per affrontare ogni genere di problema e che, in ogni caso, è sempre meglio avviare una discussione ed un confronto aperto piuttosto che agire in maniera del tutto deliberata senza coinvolgere l’interlocutore in un processo volto alla risoluzione delle questioni. L’Unione europea, in ogni caso, non sembra essere dello stesso avviso. Una cosa è certa: dal punto di vista geo-politico la situazione è decisamente molto complessa e un incidente diplomatico potrebbe non giovare affatto. Proprio la Russia, infatti, ha un ruolo chiave soprattutto per quanto riguarda la questione sirana e, pertanto, ogni decisione deve essere presa tenendo conto di moltissime variabili e, soprattutto, esclusivamente nell’interesse collettivo.

La posizione del Parlamento europeo

Nonostante il voto, il Parlamento europeo continua comunque ad essere diviso in merito alla posizione da assumere nei confronti della Russia. Gli euro-deputati italiani, ad esempio, si sono dichiarati non favorevoli ad uno scontro con Mosca. Nonostante ciò, il Parlamento europeo ha comunque approvato la risoluzione. In buona sostanza, l’obiettivo principale dell’Unione europea sarebbe quello di promuovere i valori dell’area occidentale anche ad oriente, se necessario facendo uso di mezzi di sostegno da destinare ai media cosiddetti indipendenti. A questo punto, non resta che vedere quale sarà l’esito delle misure messe a punto dall’Unione europea per cercare di gestire e arginare la propaganda russa. Sarà interessante, allo stesso tempo, capire anche quali saranno le reazioni da parte di Mosca, considerando il fatto che il Presidente non sembra essere affatto entusiasta all’idea di dover fare i conti con uno strapotere mediatico occidentale.

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che