Il futuro del fitness? Le palestre sottozero: temperature basse, risultati eccellenti

67

L’idea nasce a New York e presto verrà importata anche in Italia: palestre con temperature inferiori ai 10°C e che promettono una resa perfetta di allenamento. Ecco come funziona.

Che succede quanto arriva il freddo intenso ma non si vuole rinunciare ai propri allenamenti? I più temerari proseguono indisturbati le loro attività outdoor ma la maggior parte delle persone in genere predilige iscriversi in una palestra, possibilmente climatizzata e con temperature confortevoli. Ma se così non fosse? A New York, a Midtown Manhattan, due amici, Johnny Adamic e Jimmy Martin, hanno aperto una palestra unica al mondo dove le temperature non superano mai i 10°C. Risparmiano sul riscaldamento? No, le particolari condizioni termiche sono volute: i due proprietari, dopo aver testato personalmente i benefici dell’allenamento al freddo in una cella frigorifera di una distilleria di birra a Brooklyn, si sono lanciati in questa avventura. La palestra, chiamata “Brrrn”, è un piccolo gioiello di design: ambienti in legno, quasi come una baita di montagna, luci soffuse, musica in sottofondo e fornita di tutti i macchinari e attrezzi da palestra.

palestre-sottozero
[Credits Photo: www.thebrrrn.com]

I benefici dell’allenamento a freddo

Nel corso di un’intervista i due soci hanno spiegato di essersi basati su degli studi biofisici effettuati dalla NASA. L’allenamento al freddo comporta degli innegabili benefici. Quando la temperatura esterna cala, infatti, il nostro organismo lavora per regolare la propria temperatura e mantenersi sui 36°C fisiologici. In questo modo il metabolismo si attiva e brucia calorie, il corpo si riscalda grazie al movimento e i muscoli lavorano al meglio, garantendo risultati ottimali e in tempi più rapidi. Il motto di Adamic e Martin è infatti “50 minuti, 50°F, 100%”.

palestre-sottozero
Johnny Adamic e Jimmy Martin

Citando il sito ufficiale di Brrrn, l’allenamento al freddo incrementa la resistenza alla fatica e garantisce tempi di recupero più rapidi, con una minore insorgenza di DOMS, i tipici dolori post allenamento che si percepiscono all’indomani di un allenamento intenso. Non solo, l’attività fisica a basse temperature consente di bruciare più calorie, per effetto della termogenesi, e attiva il tessuto adiposo bruno (TAB), permettendo di bruciare i grassi. Aumentano inoltre la concentrazione, l’energia e il rilascio di endorfine, a beneficio anche della mente.

Gli allenamenti di Brrrn

La palestra a 50°F (10°C) al momento offre tre tipi di discipline cardio da 50 minuti: Slide, che consiste nel scivolare su un tappetino caricando dei sacchetti di sabbia da 5-10 chili; HIIT, il famoso allenamento ad alta intensità che include circuiti con l’uso di corde navali e manubri; HIIT+Slide, un mix fra le prime due attività. Si tratta di programmi differenti ma il cui fine ultimo è bruciare tante calorie, tonificare e rassodare. Trattandosi inoltre di lavori intensi e che richiedono una certa concentrazione non ci sarà tempo di pensare al freddo, anzi, si finirà col sudare comunque. L’iniziativa sinora ha avuto un grande successo; il prossimo obiettivo per i due amici è esportare la loro idea in altre città, Italia inclusa, con Milano al primo posto. Voi provereste l’allenamento a freddo?

palestre-sottozero
[Credits Photo: www.thebrrrn.com]
Il Team di BreakNotizie

 

Leggi anche:

Ecco il metodo migliore per risvegliare il tuo metabolismo

Bruciare calorie: ecco gli sport e le attività più efficaci

Poco tempo per allenarsi? Ecco come mantenersi in forma in soli 8 minuti