Nubifragio di Livorno: danni per oltre 3 milioni di euro all’agricoltura

107
nubifragio-di-livorno

L’estate del 2017 sarà sicuramente ricordata per la grande sete dei campi così come per i gravi danni portati dal nubifragio di questo inizio di settembre.

Il nubifragio abbattutosi su Livorno nella notte tra sabato e domenica 10 settembre, oltre ad aver causato la morte di 7 persone e trascinato con sé 2 dispersi, ha portato danni all’agricoltura per oltre 3 milioni di euro fra attrezzature, strutture, scorte e fieno.

I preoccupanti dati della Coldiretti

Questi sono i dati emersi in seguito all’analisi della Coldiretti in collaborazione con l’Ucea, Ufficio Centrale di Ecologia Agraria. Sulla città toscana in poche ore sono caduti  ben 250 millimetri di pioggia, pari a sei volte la pioggia di tutta l’estate, con venti che hanno raggiunto i 170 km/h.

Secondo il quotidiano online Il Tirreno è cominciato a piovere dalle 20 di sabato scorso e non ha smesso sino all’alba di domenica. Queste condizioni hanno causato allagamenti ed esondazioni dei torrenti specialmente nelle zone dello Stillo, Apparizione, Ardenza, Salviano e Collinaia. Nelle zone collinari di Monterotondo e Montenero invece si sono verificati smottamenti e frane. La macchina della solidarietà si è già messa in moto: l’associazione difatti ha offerto ad aziende e famiglie colpite dalla calamità naturale degli aiuti concreti.

nubifragio-di-livorno

Clima anomalo causa del nubifragio

A detta della Coldiretti questa estate del 2017 ha conquistato “un posto d’onore per il caldo“, oltre ad essere classificata come “la quarta più siccitosa di sempre“. La temperatura è più alta di 2,48 gradi rispetto alla media di questo periodo. La situazione in Toscana è stata particolarmente grave quest’anno, dove le precipitazione sono state del 57% in meno. In provincia di Livorno la pioggia estiva ha raggiunto a malapena i 32,5 mm, oltre il 71% in meno raffrontati ai parametri di riferimento. Proprio il clima anomalo sarebbe stato la causa principale dell’aggravamento del nubifragio. Secondo gli esperti, infatti, a causa dell’assenza prolungata di precipitazioni il suolo diverrebbe incapace di gestire al meglio il flusso idrico. Gli effetti collaterali più evidenti sono appunto l’esondazione dei fiumi, le frane e gli allagamenti.

L’associazione dei coltivatori diretti ha espresso il suo profondo cordoglio per le vittime del nubifragio e la vicinanza a tutti gli abitanti di Livorno. La Coldiretti inoltre si sta mobilitando in queste ore per fornire “scorte e fieno” alle aziende e alle famiglie interessate dalle violente esondazioni.

Il Team di BreakNotizie