MT Keshe: start trasferimento di tecnologia a scienziati del mondo dal 10 ottobre 2012 in Sierra Leone.

250

 

Dopo il successo delle presentazioni agli ambasciatori  tenutesi il 6/09/2012 e il 21/04/2012 presso la Fondazione Keshe in Belgio, la Fondazione Keshe è orgogliosa di annunciare la presentazione della prima serie delle sue conferenze internazionali per il trasferimento di tecnologia agli scienziati del mondo.

A tal fine siamo stati invitati e abbiamo accettato di dare la prima serie di conferenze sulla tecnologia spaziale e la sua applicazione e le implicazioni presso l’università di Freetown in Sierra Leone a partire dal 12/10/2012 al 17/10/2012.

Se siete vicini a questa nazione e in altri paesi in Africa, si prega di contattare l’ambasciata della Sierra Leone nel vostro paese per essere presenti in queste prime lezioni e al trasferimento di tecnologia per gli scienziati del mondo.

Come abbiamo promesso, offriamo la nostra tecnologia per le persone di tutto il mondo attraverso il sostegno dei loro governi e attraverso il nostro programma di inviti agli ambasciatori e portiamo a compimento la nostra promessa implementando l’obiettivo della Fondazione Keshe di unire gli scienziati di tutto il mondo nella conoscenza e pace in sintonia con il nostro programma spaziale.

Vorremmo ringraziare l’ambasciatore della Sierra Leone in Belgio il Dr. CS Kargbo e i funzionari del governo della Sierra Leone per aver invitato la Fondazione Keshe per la presentazione delle tecnologie Keshe nelle loro università e per la loro apertura ad accettare e organizzare la prima conferenza di insegnamento internazionale nel continente africano.

Come abbiamo promesso, il continente africano avrà un proprio programma spaziale in quanto è previsto dalla Fondazione ed ora siamo qui per mantenere la nostra promessa.

MT Keshe

Il fondatore e custode della Fondazione Keshe

 

Fonte: http://jhaines6.wordpress.com/2012/09/14/mtkeshe-start-of-the-transfer-of-technology-to-the-world-scientists-from-october-10-17-2012-in-sierra-leone/

Tratto da: iconicon