Mosca, Festival “Spasskaya Bashnya”: quando la musica militare unisce i popoli

767

Dal 5 al 13 settembre scorsi, nella Piazza Rossa di Mosca si sono riunite ben 26 orchestre provenienti da 14 Paesi del mondo per il Festival “Spasskaya Bashnya”.

Quella di quest’anno è stata l’ottava edizione di una rassegna decisamente molto suggestiva patrocinata dal Presidente della Federazione Russa. L’edizione appena passata è stata interamente dedicata alle celebrazioni del settantesimo anniversario del trionfo sovietico nella seconda guerra mondiale. A tale spettacolare evento hanno preso parte orchestre e corpi bandistici provenienti da Stati come l’Italia, la Grecia, il Giappone, la Cina e la Gran Bretagna. Durante le nove serate del Festival gli ospiti hanno avuto la possibilità di assistere alle esibizioni dei vari corpi bandistici ed a numerosi spettacoli.

La Piazza Rossa, dunque, si è trasformata in un vero e proprio teatro a cielo aperto in cui gli ospiti hanno avuto la possibilità di assistere ad uno dei più interessanti spettacoli di musica militare del mondo. Quella che ogni anno si presenta a tutti i visitatori in occasione di questo Festival, pertanto, è una Piazza Rossa ancora più affascinante del solito in cui si alternano migliaia di musicisti ed artisti che danno vita ad un vasto programma di balli, spettacoli acrobatici, performance ed eventi di vario genere. Proprio nella Piazza Rossa durante il festival vengono montate varie tribune per accogliere circa 7500 ospiti. Come da tradizione, anche nel l’ottava edizione le rappresentazioni hanno avuto inizio alle 11.00 e sono proseguite fino a notte inoltrata. Al contrario di quanto si possa immaginare, il Festival “Spasskaya Bashnya” è un evento decisamente molto coinvolgente e niente affatto noioso. Durante i nove giorni, infatti, tutti gli ospiti hanno avuto la possibilità di scegliere tra numerosi eventi a cui prendere parte.

Quello che Mosca regala a tutti i cittadini ed ai turisti provenienti da ogni parte del mondo è uno spettacolo decisamente eccezionale oltre che unico nel suo genere. Pur trattandosi di un evento che ha come protagonista la musica militare, infatti, esso consente di conoscere una serie innumerevole di tradizioni e di arti provenienti da ogni parte del mondo e, quindi, è da considerare una buona occasione per confrontarsi con culture e tradizioni diverse. Senza alcun dubbio, il valore aggiunto di questo Festival è la straordinaria bellezza di a Mosca e della sua Piazza Rossa che, soprattutto in quei giorni, prende vita e si trasforma in un luogo magico ed affascinante. Addirittura, durante il Festival gli ospiti hanno la possibilità di veder brillare nei cieli di Mosca degli spettacolari fuochi d’artificio che, ogni anno, illuminano a giorno la capitale della Russia.

Senza dubbio, questo Festival deve essere considerato come un ottimo spunto di riflessione poiché vede unirsi e festeggiare nella medesima piazza orchestre provenienti da varie parti del mondo. Si tratta, dunque, di un evento particolarmente significativo che porta con sè valori molto importanti. Non resta, quindi, che sperare che quell’unione di intenti che si è vista in occasione del Festival possa avere un riverbero positivo anche sulle politiche internazionali della Russia e, più in generale, delle superpotenze mondiali. Solo intraprendendo un percorso comune ed operando di concerto, infatti, sarà possibile dare forma ad una pace solida e duratura.

Il team di BreakNotizie