L’inquinamento sta uccidendo il lago Titicaca

L’inquinamento sta uccidendo il lago Titicaca

- in Ambiente
1327
0
Fonte immagine: http://www.internazionale.it/foto/2017/04/05/lago-titicaca-inquinamento

Il bacino più esteso del Sudamerica sta morendo: il lago Titicaca è avvelenato dall’inquinamento massiccio a cui è stato sottoposto dalla presenza dell’uomo

L’inquinamento sta avvelenando il lago Titicaca, il bacino naturale più grande del Sudamerica con i suoi 8 mila chilometri quadrati di estensione: l’aumento del turismo e l’urbanizzazione delle aree circostanti hanno fatto salire i livelli di inquinamento ben oltre il livello di guardia e ora è stato lanciato l’allarme per tentare di salvare il lago situato tra il Perù e la Bolivia. La sua storia affonda le radici in un lontano passato, quello degli Inca, che lo ritenevano il luogo da cui aveva origine il sole.

Poi venne l’invasione spagnola nel XVI secolo, l’inizio della colonizzazione di un luogo che oggi soffre l’urbanizzazione selvaggia delle città che sono sorte sulle sponde del bacino. Il principale responsabile dell’inquinamento del lago Titicaca sono proprio i canali di scarico delle città vicine, a cui si aggiungono i materiali di scarto prodotti dalle miniere d’oro illegali che si trovano sulle Ande; da tali miniere provengono ogni anno circa 15 tonnellate di mercurio, scaricate nelle acque del lago.

pesci-brasile

Il lago sta morendo anche perché sono avvelenate le specie che lo abitano: nei pesci infatti sono presenti quantità di metalli come rame, zinco, cadmio e mercurio ben oltre la norma, ragion per cui vengono considerati pericolosi per la salute dell’uomo e assolutamente non commestibili. Impossibile bere, lavarsi o usare l’acqua del lago per cucinare: molti abitanti dei villaggi vicini lamentano problemi di natura intestinale ed eczemi sulla pelle.

Solo verso il centro del lago l’acqua è più pulita e può essere utilizzata, altrimenti ci si può affidare soltanto all’acqua piovana. Sul tavolo dei governi a capo di Perù e Bolivia sono diversi i progetti per la decontaminazione del lago, con promesse di costruzione di impianti di depurazione rimaste però solamente sulla carta. Ancora non si conoscono i dettagli degli interventi che si vogliono attuare per salvare il lago, e più tempo passa più sono alte le probabilità che venga avvelenato in maniera irreversibile, uccidendo così quello che da molti è considerato il lago più bello del mondo.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Telefonini e smartphone: è pericoloso averli a “contatto”?

La recente sentenza del Tribunale di Ivrea ha