Hai di fronte un bugiardo? Ecco come smascherarlo!

Hai di fronte un bugiardo? Ecco come smascherarlo!

- in Lifestyle
264
0

Grazie al linguaggio del corpo è possibile individuare i mentitori seriali e smascherarli. Ad insegnarci come fare è un ex-agente dell’FBI.

Non tutti sanno che le parole sono accompagnate da tutta una serie di gesti e micro espressioni facciali, non direttamente percepibili dalla mente consapevole ma da quella istintuale. Quando una persona mente si crea una certa distonia tra i gesti e le micro espressioni del viso rispetto alle parole pronunciate, il che può condurre un esperto a decifrare la verità o la falsità delle cose dette. Un ex agente dell’FBI, Joe Navarro, ha sviluppato istintivamente una sorta di codice comportamentale che gli ha permesso negli anni della sua carriera di individuare i bugiardi. Anche i più grandi mentitori vengono traditi da questa gestualità corporea e facciale che non può essere volutamente controllata, nemmeno quando si desidera dissimulare nel migliore dei modi. Dopo 25 anni di servizio, Joe Navarro ha deciso persino di scrivere un libro, What Every Body Is Saying, nel quale spiega con esempi pratici quali sono i comportamenti, i gesti e le espressioni tipiche dei mentitori, tanto di quelli seriali che di quelli occasionali.

In linea generale bisogna sempre più dare peso all’espressione facciale che al tono di voce perché la verità sta tutta nella comunicazione non verbale. Il tono di voce, così come le parole scelte, possono essere accuratamente pilotate ad hoc a differenza delle espressioni del volto. Il linguaggio non verbale è tanto più importante di quello verbale perché in esso vi sono espressi involontariamente i sentimenti più reconditi, anche quelli che si vuole cercare di occultare. Ecco perché quando si prova interesse per una persona appare quasi impossibile non darlo a vedere o per lo meno non farglielo capire. Scovare i bugiardi ed identificarli è possibile attraverso l’osservazione attenta di 4 semplici gesti che rientrano nel linguaggio non verbale del corpo. L’importante è contestualizzare queste espressioni per escludere la possibilità che siano provocate da stimoli esterni. Poiché mentire sottopone ad uno sforzo la mente dei bugiardi, ciò che bisogna cogliere è quello stato di disagio e di stress che lo stesso mentire provoca.

In particolare i mentitori presentano questi quattro atteggiamenti tipici:
1- Tendono a schiarirsi la voce o fanno colpi di tosse perché inconsciamente provano imbarazzo per la bugia che stanno per raccontare; la voce può anche diventare più flebile o più acuta;
2- Possono mordicchiarsi nervosamente le labbra, passarsi la lingua da un lato all’altro come forma di scarico di tensione emotiva;
3- Si ritrovano a ripetere degli intercalari incespicando nelle parole, anche lì dove non servono; per esempio, possono inserire spesso la parola ‘ecco’ o ‘insomma’ perdendo tempo e rigirando attorno al discorso, cercando di parlare lentamente. In questo modo prendono tempo per elaborare la bugia che richiede impegno mentale e fantasia;
4- Eseguono dei movimenti della testa sospetti e bruschi, come avere uno scatto all’indietro o abbassarla in maniera innaturale e fuori luogo.
Questi parametri possono essere molto utili ad identificare un bugiardo ma attenti a non confondere un mal di gola con una menzogna!

Il Team di Breaknotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Ecco perché baciare fa bene alla salute

Sapevate che baciare è un toccasana per la