Quando si estingueranno gli esseri umani? Ecco l’ipotesi degli scienziati

418
estinzione-dellumanita

Un team di scienziati di Oxford ha calcolato quante sono per l’umanità le probabilità che venga spazzata via da un momento all’altro ogni anno. Il risultato desta non poche preoccupazioni.

Surriscaldamento globale, batteri resistenti agli antibiotici, il fantasma di una guerra nucleare: allo stato attuale c’è poco di cui stare allegri riguardo il futuro dell’umanità. Le possibilità che gli esseri umani finiscano con l’estinguersi per mano propria, presto o tardi, sono molto alte. Tenendo invece in considerazione una catastrofe naturale (senza coinvolgimenti antropogenici) che potrebbe decimare la popolazione umana le probabilità sono una su 14 mila, secondo il calcolo di un team di scienziati.

Estinzione come evento naturale

Il 99% di tutte le specie mai esistite sulla Terra si sono estinte. Senza dubbio l’attività umana sta incrementando gravemente i tassi di estinzione per numerose specie. Va anche detto, però, che il fenomeno dell’estinzione è sempre esistito, causato dalla competizione fra specie, il cambiamento graduale di determinate condizioni ambientali o eventi naturali catastrofici, come ad esempio l’asteroide Chicxulub che circa 66 milioni di anni fa causò la scomparsa dei dinosauri.

estinzione-dellumanita

 

Quante probabilità abbiamo di estinguerci?

Un gruppo di ricercatori del Future of Humanity Institute appartenente all’Università di Oxford ha voluto calcolare quante fossero le probabilità che l’umanità potesse essere spazzata via da una catastrofe naturale. Questo per valutare se fossero maggiori i rischi dovuti a cause naturali o antropogeniche. Ai fini della ricerca, quindi, sono stati esclusi inizialmente i potenziali rischi originati dagli stessi esseri umani come i cambiamenti climatici e le armi nucleari; ci si è concentrati su quei rischi naturali affrontati dall’homo sapiens durante i suoi 200 mila anni di esistenza, ossia eruzioni vulcaniche, impatti di asteroidi, tsunami, terremoti e così via.

estinzione-dellumanita

I ricercatori si sono serviti di un modello matematico per calcolare le probabilità di estinzione. Hanno preso in considerazione l’incidenza di estinzioni di massa improvvise precedenti e di estinzioni di altre specie di mammiferi avvenute in maniera graduale, come i cambiamenti climatici o la lotta per la sopravvivenza della specie.

1 su 14 mila: un dato preoccupante?

Basandosi sull’informazione che l’Homo sapiens esiste da almeno 200 mila anni, possiamo concludere che le probabilità che l’umanità si estingua per cause naturali è inferiore a 1 su 14 mila all’anno; inferiore a 1 su 87 mila all’anno se si amplia il periodo di osservazione a tutto il genere Homo”, ha dichiarato il team di ricercatori su Scientific Reports. Ma questa probabilità è alta o bassa? Dovrebbe preoccuparci? Una possibilità su 14 mila all’anno vuol dire che c’è una probabilità del 99,993% di non estinguerci. Ma è vero anche che ci sono più possibilità di morire a causa di un’estinzione di massa che di essere colpiti da un fulmine (1 su 700 mila) o di fare 6 al Superenalotto (1 su 103.769.105). Occorre sottolineare, inoltre, che questi tassi di probabilità riguardano soltanto l’estinzione per catastrofi naturali, sicuramente la percentuale aumenterebbe considerando cause antropogeniche.

estinzione-dellumanita

L’utilità di questo studio

Tuttavia, il lavoro degli scienziati ci permette di identificare i rischi maggiori e salvaguardarci da essi. Secondo il team, estinguerci per cause unicamente naturali è più improbabile rispetto al passato. Nessuna garanzia analoga può essere fornita però sui rischi che i nostri antenati non hanno mai dovuto affrontare, come una guerra nucleare, i superbatteri o i cambiamenti climatici dovuti all’uomo.

Il Team di BreakNotizie

 

Leggi anche:

Disease X, la malattia sconosciuta che fa preoccupare l’OMS

Scoperta la causa dell’estinzione dell’uomo di Neanderthal