Essure. Il contraccettivo permanente che può nuocere gravemente alla salute

Essure. Il contraccettivo permanente che può nuocere gravemente alla salute

- in Salute
304
0

Essure è un contraccettivo permanente prodotto dalla casa farmaceutica Bayer che sta causando gravissimi problemi di salute alle donne che l’hanno scelto. Attualmente c’è una causa aperta dato che oltre 45.000 firme sono state raccolte con tanto di testimonianza per agire contro questo prodotto.

Molte donne per evitare di rimanere incinta in modo permanente evitando però la chirurgia, possono scegliere un’opzione semplice: Essure, un metodo di contraccezione permanente che non richiede un intervento chirurgico per l’impianto. Il metodo prevede l’inserimento da parte di un medico di bobine flessibili da posizionare nelle tube creando una barriera all’ingresso dello sperma.

Durante i tre mesi successivi all’inserimento, si forma attorno alle bobine una sorta di cicatrice che riempie le bobine bloccando le tube di Falloppio. Le donne devono ancora utilizzare altre forme di contraccettivi per prevenire la gravidanza durante questo periodo. Una visita di follow-up con il medico può confermare che le tube di Falloppio sono adeguatamente sigillate. In alcuni casi, il tessuto può richiedere più di tre mesi per svilupparsi.

Le ovaie della donna continueranno a rilasciare le uova una volta che le tube sono bloccate, ma lo sperma non sarà in grado di raggiungerle, impedendo la gravidanza. Il corpo rompe le uova non fecondate e le riassorbe.

Effetti collaterali che migliaia di donne hanno sperimentato

Sembrerebbe tutto semplice e perfetti ma la Bayer, l’azienda che ha creato e che distribuisce Essure, è ora di fronte a molteplici azioni legali dopo che migliaia di donne hanno riferito:

  • Dolore addominale intenso
  • Perforazione delle pareti uterine
  • Risposte vasovagali (svenimento)
  • Aumento di peso
  • Rash cutanei, prurito
  • Confusione
  • Sanguinamento (specialmente dopo i rapporti sessuali)
  • Depressione
  • Nausea
  • Vomito
  • Malattie autoimmuni
  • Gravidanze ectopiche (si manifesta quando l’ovocita fecondato si annida in una sede diversa dall’utero)
  • Parto di feti nati morti
  • Aborti
  • Problemi di salute a lungo termine (sordità, paralisi del viso, sinusite, abbassamento della vista, linfonodi ingrossati)
  • Dolore articolare
  • Mal di schiena
  • Ideazione suicida

dopo avere installato il dispositivo.

Bayer si difende affermando che “Essure rimane un’opzione appropriata per la maggior parte delle donne in cerca di una forma permanente di controllo delle nascite“, e che “il design, il metodo di fabbricazione, le avvertenze e le istruzioni per l’uso per Essure sono stati approvati dalla FDA che ha sottoposto Essure al più alto livello di controllo che esiste nel sistema normativo federale“.

La Petizione contro Essure

Essure è presente sul mercato dal 2002 e solo in Francia oggi 120mila donne lo hanno scelto come anticoncezionale permanente, ma moltissime hanno lamentato gravi effetti collaterale spesso insopportabili. E’ stata presentata in Francia una petizione con più di 45mila firme che chiede alla ministra della Salute, Marisol Touraine, di intervenire, mentre l’Agenzia nazionale per la sicurezza del farmaco ha precisato che gli impianti tedeschi di Bayer sono oggetto di una «sorveglianza rafforzata».

La promotrice della petizione Marielle Klein dopo aver portato il dispositivo per cinque anni e sviluppato molti problemi di salute, essi scompaiono quando il medico lo rimuove. «Siamo solo all’inizio di un dossier molto grosso di salute pubblica, una prima udienza dovrebbe aprirsi a gennaio», avverte l’avvocato Charles Joseph-Oudin che sta portando avanti la causa. Il sistema Essure è stato oggetto di polemiche anche negli Stati Uniti, dove la FDA ha annunciato di voler rivedere la questione dopo la denuncia di migliaia di americane sostenute dal celebre avvocato Erin Brockovitch.

Le donne si sono unite

Solo negli ultimi anni l’attenzione mediatica si è rivolta contro l’Essure grazie al gruppo Facebook Essure Problems e al relativo sito internet. Ad oggi sono state raccolte più di 10.000 segnalazioni di eventi avversi legati alla Essure.

Ma alcune donne stanno spingendo per portare il sistema medico e legale ad azioni immediate. Jessica Smith, che nel 2013 installa l’Essure, dopo anni di dolore e sanguinamento in cui ha visitato parecchi medici capisce che il dispositivo era la causa dei suoi problemi di salute. Ha dovuto subire interventi chirurgici multipli per cercare di rimuovere il dispositivo (che la FDA dice che non è destinato ad essere rimosso), e, infine gli devono togliere il suo utero, collo dell’utero e le tube di Falloppio per rimuovere l’Essure. Ora, Jessica chiede un’indagine di terze parti nel dispositivo, piuttosto che uno da parte della società che lo produce.

Essure in Italia

Questo articolo nasce dopo aver ricevuto la segnalazione da una portavoce del gruppo Facebook Essure in Italia-Problemi dove centinaia di donne italiane si stanno iscrivendo per riportare i problemi di salute che hanno ricevuto dopo aver installato l’Essure.

“Molte di noi hanno degli effetti collaterali dopo aver messo dispositivo. I medici non trovano niente ma in tante stanno male.. chi se l’è fatto rimuovere ora sta bene.

Io ho messo questo dispositivo nell’Aprile 2014. Subito dopo ho iniziato ad avere forti mal di testa, dolori pelvico a sinistra, cicli dolorosi e abbondanti. Ho fatto presente alla mia ginecologa ma purtroppo mi ha detto che questi fenomeni non potevano essere collegati all’impianto. Da li ho iniziato a fare la ricerca e ho trovato il gruppo Facebook “Essure Problems” in USA, visto che è la mia seconda lingua, ho letto che quasi tutte le donne nel gruppo hanno quasi tutti gli stessi effetti che avevo io. Ho guardato in giro sempre in rete e ho trovato altri gruppi come Australia, Paesi Bassi, Spagna, Svezia e Finlandia…tutti questi paesi parlano quasi gli stessi sintomi. Da allora a novembre 2014 ho creato anch’io un gruppo Facebook per sensibilizzare le amiche e parenti, poi sono entrate anche donne in Francia e Brasile, le ho aiutate a creare anche loro i gruppi. Ora la Francia ha più di tre mila iscritte dopo che sono andate in TV. Invece in Italia, non siamo in tante perché probabilmente non tante donne hanno Facebook o semplicemente perché le donne in Italia sono chiuse…Non riesco a darti ancora i dati quante siamo con l’impianto e quante stanno male. So solo che due donne nel nostro gruppo Facebook “Essure in Italia-Problemi ” sono rimaste incinta, una a distanza di pochi mesi che poi ha dovuto fare l’interruzione perché è diabetica e poteva rischiare la vita ed è per questo ha scelto un definitivo, un altra è rimasta incinta dopo un anno e per fortuna è nata sana la bambina.

Quello che a noi da fastidio è la mancanza di informazioni dai medici, se mi avessero detto i tanti rischi non l’avrei fatto. Loro mi hanno detto che è al 99,8 % sicuro e al colloquio avevo chiesto appunto cosa era il 0.2 % e mi è stato detto soltanto che potrebbe bucare la tuba e che dovevo stare tranquilla perché con l’antibiotico si poteva guarire. Loro sapevano già dei rischi perché era scritto nell’istruzione d’uso che hanno in mano. In USA molti medici che impiantavano l’Essure adesso non lo fanno più dopo tutti i problemi che hanno riscontrato. Ma nonostante tutto, negli USA non sono riuscite a bloccare la vendita di questo dispositivo. Un altra donna a Venezia, si è trovata una dei due dispositivi finita nell’utero. È stato scoperto quando questa donna si lamentava dei dolori.”

Possibile tossicità di Essure

Secondo alcuni ricercatori la ragione della grave pericolosità di Essure sta nei suoi elementi costitutivi, in particolare il Nichel e il PET. Il PET è la normale plastica delle bottiglie d’acqua che però tutti gli esperti consigliano di non esporre a calore e di non riusare. Perché? Studi recenti nw hanno infatti evidenziato la pericolosità, dato che il PET tende a deteriorarsi e a diffondendosi. In particolare, nei campioni è stata rilevata la presenza di una tossina detta DEHA, sospetta di essere cancerogena e tossica per la riproduzione e il fegato. Inoltre il PET rilascia antimonio, un metalloide tossico. Contemporaneamente all’antimonio, è stata rilevato il rilascio dei notori composti brominati, fra cui i PBDE, un inquinante ambientale onnipervasivo con potenziali effetti di interferente endocrino e neurotossico. Come evidenzia il suo nome, il PET contiene ftalati, plastificanti che servono a rendere la plastica più flessibile, generalmente ritenuti innocui. Peccato che uno studio tedesco dell’Università Johann Wolfgang Goethe di Francoforte, pubblicato on line nel 2009, oltre ad elencare numerosi studi precedenti che hanno rilevato che gli ftalati sono ormoni-mimici  e si comportano come xeno-estrogeni in particolare mimano l’estradiolo. Il nichel da parte sua è noto per causare emicrania, vertigini, nausea, vomito, problemi respiratori, interferenza con gli enzimi nei ciclo di Krebs, eruzioni cutanee, dolori al torace e tosse. L’analisi del capello permette di individuare eventuali intossicazioni da nichel.

Se hai effetti collaterali da Essure ti consiglio di segnalarli nel gruppo internazionale Essure Problems (puoi scrivere in italiano, ci sono donne da tutto il mondo) e nel gruppo italiano Essure in Italia-Problemi.

 

 

 

 

 

https://www.dionidream.com/essure/

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Impara ad elaborare le tue emozioni con gli esercizi giusti

L’espressività di una persona si manifesta non solo