Discorso di Sergio Mattarella: alle parole seguiranno i fatti?

Discorso di Sergio Mattarella: alle parole seguiranno i fatti?

- in Politica
256
0
Fonte immagine: http://www.lastampa.it/2015/12/31/italia/politica/il-primo-discorso-di-fine-anno-di-sergio-mattarella-la-diretta-uYiirxe3dafboaA66hZumK/pagina.html

Come consuetudine, nell’ultimo giorno dell’anno si è tenuto il discorso del presidente della Repubblica: la speranza è che le sue non restino solamente parole

Rispetto a qualche anno fa, il discorso di fine anno del presidente della Repubblica ha perso appeal e non riscuote più il seguito di un tempo, quando gran parte degli italiani accendeva la tv prima del cenone del 31 dicembre per ascoltare ciò che aveva da dire la massima carica dello Stato a reti unificate. Da diverso tempo il discorso di fine anno è visto come un rito stanco, vuoto, in cui alle parole raramente seguono i fatti, tanto che quasi ogni anno il presidente di turno finisce per parlare sempre degli stessi temi.

Non ha rappresentato un’eccezione il discorso di Sergio Mattarella, che non ha affatto entusiasmato chi ha deciso di seguirlo: secondo il presidente della Repubblica la priorità del Paese è la “lotta alla disoccupazione, in particolare quella giovanile”, dunque niente di nuovo, verrebbe da dire; i dati sull’occupazione in Italia sono preoccupanti da diversi anni, eppure nessun governo ha mai messo in atto interventi decisi in tal senso, non raccogliendo gli avvertimenti che già altri presidenti della Repubblica prima di Mattarella avevano lanciato.

Dopo il doveroso cenno ai giovani costretti a cercare un’opportunità all’estero – che è parsa una bacchettata al ministro Poletti – Mattarella ha ricordato gli sfollati del sisma, dalla scorsa estate in attesa di una ricostruzione che non è ancora stata avviata e costretti a trascorrere le festività natalizie in tenda o in alloggi di fortuna. Spostandosi all’ambito politico, il presidente ha rivendicato il merito di aver risolto velocemente la crisi di governo, dando vita ad un nuovo esecutivo ma “dimenticando” di sottolineare che si tratta del quarto governo che nasce su indicazione del presidente della Repubblica e che, per la terza volta, i cittadini non sono stati chiamati alle urne.

Immancabile, poi, il cenno alla corruzione e all’evasione fiscale, problemi che però i governi che si sono succeduti si sono sempre guardati bene dal voler risolvere ma, anzi, hanno alimentato con atteggiamenti e provvedimenti che sono andati in direzione totalmente opposta. Insomma, le parole del presidente Mattarella sono state senza dubbio condivisibili – nella quasi totalità – ma ciò che gli italiani vogliono realmente sapere è quando tutte queste belle parole si tradurranno in fatti, quando si farà qualcosa per rilanciare davvero l’economia e saranno garantiti posti di lavoro anche ai giovani e quando verrà finalmente combattuto il fenomeno dell’evasione fiscale. Quando, caro presidente Mattarella, le sue parole diverranno fatti concreti?

 

Il team di BreakNotizie

 

<iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/mHMkc41_mWc” frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Gli utilizzi alternativi della carta stagnola che non conoscevi

Se fino a questo momento avete pensato che la