Cucinare con quello che hai in casa: risparmio e fantasia!

Cucinare con quello che hai in casa: risparmio e fantasia!

- in Cucina
147
0

Poco o nulla in frigorifero? Nessun problema, con un po’ di fantasia e qualche trucco si possono improvvisare dei piatti inaspettatamente deliziosi!

Ammettiamolo: è facile cucinare quando si ha la dispensa piena! Ma quando il frigorifero fa l’eco, si è soli e c’è una cena da preparare con ospiti in arrivo, è lì che arriva il momento di dimostrare di cosa siamo capaci ai fornelli. L’ingrediente che non deve mai mancare è la fantasia: combinazioni inaspettate, recupero di avanzi, rivisitazione di scorte dimenticate in un angolo buio della dispensa… Insomma, le tecniche per creare ricette deliziose sono molteplici ma quello che conta è saper immaginare e osare. Un po’ di organizzazione di base però può sempre servire.

Una buona “base” dalla quale partire consiste nell’avere sempre in casa degli alimenti di qualità a lunga conservazione, come ad esempio formaggio stagionato, bottarga, spezie e piantine aromatiche. A questa lista occorre aggiungere frutta secca come mandorle, noci e nocciole, oltre all’uva sultanina. Da non dimenticare lo “zoccolo duro” della dispensa, ossia pasta, riso, farro, cereali integrali e cous cous, base perfetta per ogni ricetta. Fra gli ingredienti freschi che non dovrebbero mai mancare vi sono le uova, poiché la loro versatilità in cucina consente la realizzazione di molti piatti “salva-serata”, dall’antipasto al dolce. Completano il kit d’emergenza qualche barattolo di salsine, pomodori secchi, funghi e acciughe.

Come tradizione ci insegna i piatti più gustosi sono quelli più semplici, quelli in cui si può percepire chiaramente il sapore di ogni singolo ingrediente. La cucina italiana offre un ampio ventaglio di scelta fra prodotti alimentari di qualsiasi tipo e di ottima qualità che sono di per sé piatti unici che non necessitano di accompagnamenti o contorni ulteriori. È il caso degli avanzi di pasta che possono essere impiegati per realizzare dei timballi sfiziosi o delle frittate, ma anche delle crocchette alla pizzaiola o l’immancabile insalata di pasta fredda. Anche il riso avanzato si presta bene a preparazioni semplici ma da leccarsi i baffi e che evitano gli sprechi in cucina: dagli arancini di riso alla torta salata di riso e zucchine, per esempio. Altro piatto che fa sempre un’ottima figura è l’omelette: cremosa all’interno, dorata all’esterno è un piatto fra i più veloci da realizzare ed economici, da declinare con diversi ripieni in base alla fantasia, ai gusti e agli ingredienti a disposizione. Se nella dispensa vi sono anche biscotti secchi, magari un po’ stantii, con l’aggiunta di pochi ingredienti possono essere “riciclati” per realizzare dei dolci “last minute” ma che faranno faville fra i commensali come il salame al cioccolato o la cheesecake.

Anche gli avanzi più poveri, come pane e formaggio, si possono impiegare e reinventare in cucina. Pensiamo a quei pezzetti di formaggio che rimangono sul fondo del frigo e che nessuno vuole più mangiare: possono essere utilizzati come base per una salsa con cui condire la pasta oppure tagliati a scagliette da aggiungere all’insalata. E il pane? Mai buttarlo, anche se secco o raffermo (a meno che non abbia la muffa). Occorre dire che il pane può essere facilmente conservato in freezer se avanza, in modo da contenere gli sprechi. Esistono comunque numerose ricette per impiegare il pane raffermo, imbandendo una tavola sostenibile dal primo sino al dolce: le lasagne di pane fatte in casa, le polpette di pane, gli gnocchi di pane e persino la golosissima torta di pane alle mele. Cosa aspettate a sperimentare?

Il Team di Breaknotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Niente cure per un ragazzo paraplegico: Veneto Banca gli ha “bruciato” tutti i risparmi

Il crac della Veneto Banca ha gettato nella