Come sarà la Pasqua degli italiani? In quanti viaggeranno?

260

Tradizionalmente, il periodo di Pasqua, grazie anche al successivo lunedì di Pasquetta festivo, viene dedicato alla prima piccola vacanza dell’anno, preludio alle più lunghe vacanze estive. Ma la crisi economica ha enormemente ridotto il budget di spesa delle famiglie italiane, che quindi si vedono costrette a risparmiare anche sui viaggi.

img_118749351100137.jpeg
Secondo un sondaggio commissionato dalla Confesercenti, infatti, per il 2015 vi sarà una flessione del numero di italiani che hanno in programma di andare fuori in gita per le festività pasquali: si registra una percentuale complessiva del 25%. Questo vuol dire che solo un italiano su quattro deciderà di partire, mentre gli altri resteranno a casa.
Per chi parte, però si verifica anche un incremento della spesa pro capite: infatti, ogni italiano ha in progetto di spendere almeno 250 euro per la sua vacanza. Riguardo alle mete, quelle preferite sono all’interno dei confini nazionali: quindi si faranno brevi spostamenti verso località italiane, sia di mare che di montagna. Chi invece preferisce andare all’estero (anche se la percentuale è molto ridotta, il 12%, probabilmente anche per timore di eventuali attacchi terroristici) predilige le mete esotiche, come le isole Mauritius, l’isola di Cuba, i o favolosi Caraibi. Sempre molto gettonate restano però anche le capitali europee, Parigi e Londra in testa. Sempre secondo il sondaggio Confesercenti, il tipo di alloggio prediletto sarà l’albergo, ancora preferito rispetto ad altre soluzioni ricettive alternative, come il Bed & Breakfast o la casa vacanza.

Il team di BreakNotizie