Come prendersi cura del proprio fegato

Come prendersi cura del proprio fegato

- in Salute
724
0

Seguire uno stile di vita sano è fondamentale affinché il fegato possa assolvere correttamente le proprie funzioni e contribuire alla depurazione dell’organismo. Scopriamo quali sono i cibi che sostengono le funzioni epatiche e quelli che, invece, le ostacolano.

Il fegato svolge all’incirca quattrocento funzioni: si occupa, tra le altre cose, della corretta digestione dei grassi, è responsabile della riserva di minerali e vitamine all’interno del corpo e disintossica l’organismo. Il fatto che sia deputato all’espulsione delle tossine attraverso urina e feci fa di esso un organo fondamentale per l’essere umano. L’errore più grande che si possa commettere è quindi quello di sovraccaricarlo seguendo uno stile di vita scorretto e poco sano che, a lungo andare, potrebbe renderlo molto lento nell’assolvimento delle sue funzioni primarie. Quando ciò accade, si corre il rischio che le tossine invadano l’organismo e si depositino nelle cellule adipose. Sono quindici i sintomi che indicano chiaramente una forma di stress epatico e che è indispensabile imparare a riconoscere per poter subito correre ai ripari e ristabilire il corretto funzionamento del fegato:

1) Letargia e pensieri annebbiati;

2) Dolori muscolari e articolari;

3) Stanchezza cronica;

4) Sudorazione eccessiva;

5) Mal di testa;

6) Difficoltà nella digestione dei grassi;

7) Allergie;

8) Emozioni negative;

9) Acne;

10) Depressione e ansia;

11) Dolore addominale, gonfiore, stipsi o diarrea;

12) Aumento ingiustificato di peso;

13) Squilibri ormonali;

14) Rimozione della cistifellea;

15) Sensibilità agli agenti chimici

Prevenire, recita un vecchio adagio, è meglio che curare. Occorre perciò tenere sempre bene a mente che la salute del proprio fegato dipende in larga parte dall’alimentazione. Le diete proibitive e troppo rigide non fanno bene all’apparato epatico, così come è altrettanto controproducente ingozzarsi a dismisura. Lo stile di vita corretto è quello che prevede un’alimentazione bilanciata ed equilibrata che prediliga, in particolar modo, i cibi genuini. Gli alimenti biologici, in particolar modo, sono un vero e proprio toccasana per il fegato, perché favoriscono la sua naturale depurazione e non contengono sostanze inquinanti e pesticidi.

Higado-2-500x325-500x325

Sono altrettanto importanti i cibi integrali, i grani antichi germogliati, le proteine vegetali, i semi, la frutta secca e gli alimenti fermentati. Svolgono un ruolo di primo piano, nell’ambito di una dieta che sia veramente equilibrata, anche l’acqua e i grassi naturali, come l’olio d’oliva, quello di cocco e quello di avocado, che svuotano e ripuliscono completamente la cistifellea. Gli zuccheri vanno ridotti e gli alcolici aboliti, mentre le fibre, gli ortaggi a foglia verde e gli alimenti che contengono zolfo si possono, anzi si devono, consumare a volontà. I cibi migliori per il fegato sono, nello specifico, tre: i carciofi, la curcuma e il cardo mariano, che sostengono e proteggono le funzionalità epatiche.

 

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che