Clorofilla: i mille benefici per la nostra salute

Clorofilla: i mille benefici per la nostra salute

- in Ambiente
399
0

Per prendersi cura del proprio corpo non c’è niente di meglio che affidarsi alla clorofilla. Ecco tutto quel che c’è da sapere per utilizzare al meglio questa sostanza vegetale.

La clorofilla è un pigmento verde che troviamo nei cloroplasti delle cellule vegetali ed è indispensabile per la fotosintesi clorofilliana. In realtà ogni qual volta mangiamo delle verdure a foglia larga non facciamo altro che assumerne piccole quantità. In alternativa possiamo ricavarne l’estratto con centrifughe di cetriolo, sedano, broccoli e lattuga ma possiamo anche provare le alghe di acqua dolce come klamath, spirulina e clorella. Se poi vogliamo ingerirne quantità maggiori, possiamo anche prendere degli integratori specifici in forma liquida o in compresse. In ogni caso da un punto di vista biochimico, la clorofilla è molto simile alla nostra emoglobina ma se in quest’ultima il nucleo contiene ferro, nella prima invece si compone di un atomo di magnesio. Per questa ragione è molto spesso considerata come il “sangue delle piante” ed ha importanti proprietà curative e benefiche per il nostro organismo che molte persone ignorano del tutto.

Secondo uno studio del 2013, sembra che i componenti della clorofilla possano influire positivamente sulla sensazione di fame che tenderebbe nel tempo a diminuire, contribuendo così al dimagrimento. Un altro beneficio di questo pigmento vegetale è la sua capacità di agire come potente antiossidante poiché protegge le cellule dai danni provocati dai dannosi radicali liberi. Risulta poi molto utile per il suo effetto disintossicante da tossine e metalli pesanti che spesso sono dispersi nell’ambiente che ci circonda. Alcune ricerche hanno infatti dimostrato come la clorofilla tenda a legarsi ad agenti e sostanze cancerogene che vengono più velocemente espulse dall’organismo. In questo senso, sono anni che il mondo accademico si interroga sui suoi effetti antitumorali che non sono però ancora perfettamente dimostrabili. In ogni caso diversi studi medici hanno riscontrato potenziali benefici nella prevenzione del cancro al colon e al fegato. Più in generale si può comunque affermare che da almeno un secolo sappiamo che la clorofilla favorisce il progressivo processo di guarigione del corpo umano. Una recente indagine ha scoperto che, se utilizzata in formato spray, può alleviare il dolore e agevolare la cicatrizzazione delle ferite.

Tra le varie proprietà abbiamo anche una buona capacità di protezione dalle tossine contenute nei cibi fritti. Questi infatti non solo fanno ingrassare ma possono sviluppare sostanze nocive per il tessuto del nostro colon. Assumere clorofilla in piccole dosi può quindi essere un valido aiuto per prevenire pericolosi disturbi a livello intestinale. Tra i rimedi della nonna e della medicina tradizionale invece possiamo certamente ricordare i classici impacchi lenitivi preparati con foglie verdi che andavano applicati sulle infezioni per ridurre arrossamenti, prurito e gonfiori. Si tratta di una tecnica molto antica e ormai poco praticata ma che non deve farci dimenticare quanto bene possa fare la clorofilla anche per uso esterno. A questo proposito, è bene ricordare che il pigmento è un valido alleato per combattere l’alito cattivo e più in generale gli odori corporei come quelli di feci e ascelle. Infine, avremo sicuramente un aiuto anche per combattere la fastidiosa infezione da candida albicans, il meteorismo e l’anemia.

 

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che