Carne di animali clonati: ecco il progetto delle aziende cinesi

37
animali-clonati

A Nord della Cina verrà aperta una “fabbrica” di animali clonati con l’obiettivo di abbattere i costi relativi alla produzione della carne.

Quelle che stanno arrivando dalla Cina sono notizie a dir poco sconvolgenti. Pare, infatti, che nel nord del Paese sarà aperta una fabbrica di animali clonati. Se la notizia fosse confermata, si tratterebbe della più grande fabbrica al mondo di tale tipologia. Ovviamente, le polemiche sono già moltissime. La fabbrica dovrebbe aprire i battenti da giugno del prossimo anno. Ma quale è il suo obiettivo? Senza alcun dubbio, abbassare i costi di produzione della carne. Il Presidente nonché amministratore delegato della società a capo di tale avveniristico progetto è Xu Xiaochun. L’uomo si è dichiarato molto soddisfatto del progetto in cantiere ed ha fatto presente di voler riuscire a raggiungere la quota del 5% del mercato della carne in Cina.

L’idea è nata a seguito di un accordo tra un’azienda che si occupa di produrre cellule staminali e, appunto, la società di Xu Xiaochun. Stando alle prime indiscrezioni, pare che il primo animale che verrà clonato sarà il vitello giapponese, famoso per la qualità delle sue carni. L’azienda ha tenuto a precisare che la clonazione riguarderà solo ed esclusivamente animali. All’orizzonte, dunque, non c’è l’idea di clonare gli esseri umani. Una cosa è certa: quello di Xu Xiaochun è un progetto senza precedenti che potrebbe rappresentare un punto di partenza per molte altre aziende. In realtà, negli USA qualche azienda si è affacciata al settore della clonazione animale anche se si tratta solo di una produzione decisamente inferiore rispetto a quella messa in preventivo dai cinesi.

animali-clonati

Dal canto suo, l’Unione europea ha deciso di votare contro l’utilizzo di animali clonati per la produzione di carne. Secondo alcune teorie, infatti, gli animali clonati potrebbero ammalarsi molto di più rispetto agli altri. Il fatto è che, però, la Cina pare non temere rivali ed ha tutta l’intenzione di piazzarsi sul mercato con prezzi a dir poco competitivi. Addirittura, sembra che nella fabbrica verranno allevati anche animali clonati destinati ad esperimenti e specie attualmente in via di estinzione. Ma cosa ne penseranno i consumatori? Riusciranno a mangiare la carne di animali clonati a cuor leggero o, al contrario, tenteranno con ogni mezzo di boicottare l’azzardato progetto cinese. Per il momento, è molto difficile formulare ipotesi attendibili a riguardo. Senza dubbio, si tratterà di un vero e proprio terremoto che sconvolgerà tutti.

A preoccupare i produttori di carne di tutto il mondo sono soprattutto i prezzi con cui i cinesi intenderanno vendere la carne prodotta da animali clonati sul mercato. Prezzi eccessivamente bassi, infatti, rischierebbero di alterare notevolmente il mercato e, dunque, di compromettere l’intera filiera produttiva. E dal punto di vista della salute? Sarà nocivo mangiare carne di animali clonati? Secondo i cinesi, ovviamente no. In merito, però, nel prossimo periodo saranno in molti a dire la propria e non resta che capire a chi decideranno di credere i consumatori finali. Com’è noto, infatti, a fare il mercato sono proprio i consumatori e, quindi, il primo traguardo da raggiungere per i cinesi è proprio quello di riuscire a convincerli ad acquistare carne di animali clonati. Che il futuro stia avanzando a passi da gigante? In Cina sembra proprio di sì.

Il Team di BreakNotizie