Arsenale nucleare: ecco i Paesi che ce l’hanno

Arsenale nucleare: ecco i Paesi che ce l’hanno

- in Mondo
705
0
Fonte immagine: http://www.stopeuro.org/la-turchia-preoccupa-gli-usa-potrebbero-travasare-ad-aviano-larsenale-nucleare-di-incirlik/

Le provocazioni militari di Pyongyang destano preoccupazione, ma la Corea del Nord non è l’unico Paese a disporre di armi nucleari: ecco quali sono gli altri

I test missilistici della Corea del Nord hanno fatto ripiombare il mondo intero nel timore di un conflitto nucleare, com’è accaduto durante gli anni della Guerra fredda. Il Paese guidato da Kim Jong-un non è l’unico, però, a poter disporre di un arsenale nucleare, motivo che ha spinto il Bulletin of the Atomic Scientists a dichiarare che “l’umanità si trova a soli 2 minuti e mezzo dalla catastrofe nucleare”, proprio perché in caso di attacco con armi atomiche l’escalation sarebbe rapidissima e devastante.

Secondo un consiglio di esperti di sicurezza globale, le armi nucleari attualmente presenti sul nostro pianeta sono in grado di distruggerlo completamente e portare alla fine la nostra civiltà. I Paesi dotati di un arsenale nucleare sono al momento nove e fra questi primeggiano Russia e Stati Uniti, vere e proprie super-potenze in tal senso; Mosca può contare su circa 7 mila ordigni atomici, poco meno di 6800 invece quelli a disposizione di Washington.

Arsenale-nucleare

Decisamente meno “ricca” la dotazione nucleare delle altre nazioni, ma non per questo trascurabile; la Francia può contare su circa 300 ordigni atomici, poco più della Cina che si ferma a 260. Il Regno Unito dispone di 215 testate nucleari, mentre il Pakistan ne detiene 140, l’India 120 e Israele 80. In questa graduatoria sul potenziale nucleare a livello militare la Corea del Nord è ultima con “soli8 ordigni atomici, sufficienti però a causare morte e distruzione nel caso venissero impiegati soprattutto in aree dove la densità abitativa è molto elevata come in molte zone dell’Estremo Oriente.

La minaccia nucleare è dunque da tenere in seria considerazione, anche alla luce delle parole rilasciate da Kim In Ryong, ambasciatore nordcoreano all’Onu: “Una guerra nucleare potrebbe scoppiare da un momento all’altro nella penisola coreana”. Si ripete spesso che un conflitto si sa come inizia, ma non come finisce: e tale affermazione risulta ancora più appropriata se si parla di conflitti combattuti con armi nucleari.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Telefonini e smartphone: è pericoloso averli a “contatto”?

La recente sentenza del Tribunale di Ivrea ha