Arrestato a Firenze un ex governatore messicano: era un superlatitante

Arrestato a Firenze un ex governatore messicano: era un superlatitante

- in Mondo
469
0
Fonte immagine: http://www.elindependiente.mx/noticias/?idNota=6163

Ricercato da cinque anni, è stato arrestato a Firenze Tomas Jesus Yarrington Ruvalcaba, ex governatore messicano condannato a scontare ben due ergastoli

Era ricercato dal 2012 Tomas Jesus Yarrington Ruvalcaba, ex governatore dello stato di Tamaulipas, in Messico, arrestato quest’oggi a Firenze. Considerato un superlatitante, Yarrington ha 60 anni ed è stato condannato a scontare due ergastoli per vari reati di natura economica e per traffico internazionale di droga. La sua latitanza è durata cinque anni e si è conclusa nel centro storico di Firenze, nei pressi di Piazza Duomo, dove è stato intercettato in compagnia di un’altra persona.

Esponente del Partito rivoluzionario istituzionale, è stato condannato per associazione a delinquere, frode bancaria, riciclaggio, evasione fiscale e traffico internazionale di sostanze stupefacenti, nonché per attestazioni false negli atti destinati alla pubblica autorità. Per sei anni è stato governatore in Messico, dal 1999 al 2005, e proprio sfruttando la sua posizione di potere ha dato vita ad attività illecite grazie alle tangenti ricevute dai narcotrafficanti del suo Paese.

TOMAS

In cambio del denaro, Yarrington avrebbe facilitato l’esportazione dal Messico di sostanze stupefacenti, principalmente marijuana e cocaina, verso gli Stati Uniti. Era un ricercato internazionale e la sua cattura ha posto fine ad una fuga che durava da 5 anni. Al momento del suo arresto a Firenze era in compagnia di un uomo di origini polacche che, almeno dai primi accertamenti effettuati, ignorava quale fosse la vera identità di Yarrington e nulla sapeva del suo burrascoso e criminale passato.

La sua cattura è stato merito del lavoro congiunto delle forze dell’ordine italiane, avvenuta grazie alla collaborazione fra Servizio centrale operativo, squadra mobile di Cosenza, squadra mobile di Firenze e polizia scientifica, che a lungo hanno lavorato prima alla localizzazione e poi all’arresto dell’uomo. Le indagini, cominciate lo scorso febbraio, si sono concluse dopo due mesi di lavoro con l’arresto dell’ex superlatitante, che ora dovrà scontare la pena di due ergastoli che gli è stata comminata.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Telefonini e smartphone: è pericoloso averli a “contatto”?

La recente sentenza del Tribunale di Ivrea ha