100 minuti a settimana di attività fisica per aspirare alla longevità

2127
Exercising at the gym

Praticare sport è essenziale per preservare la propria salute e gli esperti sono arrivati anche a stabilire quanto tempo bisogna dedicare allo sport ogni settimana.

Gli esperti che hanno partecipato ad un importante incontro promosso dalla Fondazione Paolo Sorbini e che si è svolto a Milano nella cornice del Congresso Internazionale Science in Nutrition, sono arrivati alla conclusione che il sogno della longevità può diventare molto concreto se si dedicano almeno 100 minuti a settimana ad attività sportive.

Basta un quarto d’ora per mantenersi in salute

Calcolatrice alla mano sarebbe quindi sufficiente anche solo un quarto d’ora al giorno di attività fisica per tutelare quella che è la propria salute. Stando ad alcuni recenti studi basterebbe infatti un lasso di tempo così ridotto per difendersi da quella problematica che gli esperti chiamano con il nome di “infiammazione silente”. È da qui infatti che possono sorgere patologie gravi come ad esempio il diabete o di tipo neuro-degenerativo.

100-minuti-di-sport

Quale sport è più adatto?

La domanda che sicuramente molti si stanno facendo è che tipo di sport si debba praticare, almeno 100 minuti a settimana. La risposta è che non vi è uno sport specifico che conviene praticare rispetto ad un altro, ma quel che conta davvero è che si tratti di una attività fisica che sia in linea con quella che è la propria età anagrafica e lo stato del proprio fisico.

Gli esperti non si sono però limitati a consigliare almeno 100 minuti settimanali di attività fisica, ma nel corso dell’incontro promosso dalla Fondazione Paolo Sorbini hanno anche stilato una sorta di vademecum da seguire per quanto riguarda l’attività fisica da svolgere ogni settimana.

100-minuti-di-sport

Il giusto programma d’allenamento

Prima di tutto, stando agli esperti, risulta necessario trovare il modo di fare almeno tre allenamenti nel corso della settimana. Inoltre, ogni allenamento deve essere effettuato in modo da non affaticare troppo il proprio corpo. La cosa migliore, secondo gli esperti, sarebbe alternare gli allenamenti a bassa intensità con quelli più dispendiosi, ovviamente senza sforzare oltre misura il proprio corpo.

Molto importante è anche allenarsi a stomaco vuoto e quindi fuori dai pasti. Meglio non limitarsi ai soli esercizi di natura aerobica, trovando il modo di compiere anche altre tipologie di allenamento nel corso della settimana. Infine, l’ultimo consiglio degli esperti è relativo all’alimentazione, aspetto molto importante che deve andare di pari passo con l’attività fisica. Ovviamente è necessario cercare di mantenere un regime alimentare sano, riducendo al massimo il numero di grassi.

Il Team di BreakNotizie