Yemen, catastrofica la situazione umanitaria

Yemen, catastrofica la situazione umanitaria

- in Mondo
539
0

Yemen: recrudescenza della malaria
Nello Yemen le condizioni di vita sono di giorno in giorno più disastrose. L’ultimo sintomo di questa catastrofe umanitaria è il ritorno della malaria, che era già stata segnalata negli ormai lontani anni Novanta del secolo scorso, ma che in questi giorni nel Sud del Paese ha ripreso a propagarsi e miete molte vittime.
Le diverse organizzazioni non governative presenti in loco parlano di situazione al collasso. Nella regione orientale dell’Hadramaout l’acqua potabile è ormai introvabile e la spazzatura si accumula sulle strade: tutto ciò è terreno fertile per facilitare lo scoppio di un’epidemia.

La città di Aden è tagliata in due
Ad Aden è un’impresa titanica anche solo trovare del latte in polvere per i bambini. La città è divisa in due: da un lato i miliziani hutisti (noti alle cronache per diversi attentati suicidi in tutto il Paese), dall’altro, ossia nella parte Ovest, i partigiani del presidente in esilio Abd Rabbo Mansour Hadi e gli indipendentisti del movimento Hirak. Nel mezzo la gente comune, inerme e stremata. Che la guerra sia civile lo dimostrano i bombardamenti nelle zone abitate del Paese in cui hanno perso la vita o sono rimasti gravemente feriti moltissimi civili: soprattutto donne e bambini. L’organizzazione dei Medici senza Frontiere, attiva nelle zone più calde dello Yemen, denuncia una catastrofe umanitaria: più di 2500 feriti fra marzo e giugno, dei quali oltre 1800 nella sola città di Aden. Ciò che preoccupa con il passar dei giorni è che i cadaveri non vengono portati via e si temono focolai di colera. Gli approvigionamenti per gli abitanti della città e per i villaggi limitrofi dipendono dai cargo, che vengono caricati a Gibuti ma che hanno sempre più difficoltà ad avvicinarsi. Frutta e verdura sono introvabili, così come il gas, il carburante e molti generi di prima necessità; scarseggiano anche i medicinali e i malati cronici non hanno più accesso alle cure.

Nel Nord la popolazione è traumatizzata
Il Nord dello Yemen è in mano agli hutisti. Questa parte del Paese è bombardata dalle truppe saudite. Gli aerei sauditi bombardano esclusivamente i depositi di armi e i siti militari, ma spesso queste zone si trovano proprio in areee urbane e ciò rende i civili vittime inermi dei bombardamenti a tappeto. La gente è terrorizzata dai continui lanci di bombe e inoltre la contraerea posta sulle montagne fa ricadere le pallottole come pioggia su una popolazione ormai allo stremo.
Come se non bastasse, diversi medici hanno confermato che molti feriti sono vittime di maldestri usi delle armi da parte dei ribelli e tutte le parti coinvolte nel conflitto hanno fondamentalmente mostrato il più completo disinteresse nei confronti delle sofferenze patite dai civili.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di