Vladimir Putin è l’uomo più potente del mondo: ecco la classifica stilata da Forbes

Vladimir Putin è l’uomo più potente del mondo: ecco la classifica stilata da Forbes

- in Mondo
917
0

Vladimir Putin è l’uomo più potente del mondo. Ad affermarlo è la rivista Forbes che, per il terzo anno consecutivo, ha stabilito che il Presidente russo non ha eguali in fatto di potere.

Al secondo posto della classifica troviamo la Cancelliera tedesca Angela Merkel e, a seguire, il Presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama, Papa Francesco e, addirittura, il Presidente della Cina Xi Jinping. Ma quali sono i criteri attraverso i quali è stata stilata tale classifica? Per prima cosa, la rivista Forbes ha analizzato sia la portata che l’uso del potere politico di leader mondiali, uomini d’affari, filantropi ed imprenditori. In seguito, ha posto l’attenzione sulle loro risorse finanziarie e, soprattutto, sulla loro influenza mondiale. In buona sostanza, dunque, secondo Forbes, Vladimir Putin è talmente ricco e potente da poter fare tutto ciò che vuole senza troppi scrupoli. Addirittura, sembra che Putin, nell’ultimo anno, sia riuscito a consolidare ancora di più la sua posizione acquisendo ulteriore potere.

Ed Obama? Cosa ne pensa Forbes del leader del cosiddetto ‘mondo libero’? A quanto pare, il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, dall’inzio del suo secondo mandato ad oggi, ha perso molto del suo potere. A confermare tale tesi c’è, ovviamente, la latente crisi economica e finanziaria che ha colpito gli Stati Uniti e le cui conseguenze si sono irrimediabilmente riverberate anche in Europa. Che Putin stia dettando le regole del gioco? Difficile a dirsi. Di sicuro, almeno sul piano geo-politico, la partita è ancora aperta. Basti pensare, ad esempio, a quanto sta accadendo in Siria: nonostante i raid russi e l’appoggio di Putin ad Assad, infatti, il braccio di ferro sta concedendo a Washington di prendersi il tempo necessario per mettere a punto una strategia. Senza alcun dubbio, però, un accordo gioverebbe anche a Putin e, dunque, non è da escludere che la situazione non sia ancora degenerata proprio grazie al Presidente russo.

Una cosa è certa: nonostante sia riuscita ad accaparrarsi un buon piazzamento nella classifica delle personalità più potenti del mondo, nell’ultimo periodo, la Cancelliera tedesca Angela Merkel sembra essere stata messa in ombra da una serie di problematiche di politica interna che, almeno apparentemente, l’hanno tenuta lontana dagli scenari internazionali. In ogni caso, Angela Merkel ha dato prova di essere molto influente sia nelle decisioni relative alle politiche economiche europee che in merito alle strategie geo-politiche dell’UE. A questo punto, non resta che riflettere in merito al fatto che il Presidente russo Vladimir Putin sembra avere molti assi nella manica e che, quindi, l’America potrebbe essere costretta a cedere di fronte alle sue richieste.

Un dubbio, però, sorge spontaneo: cosa cambierà al termine della legislatura di Barack Obama? Il prossimo Presidente degli Stati Uniti d’America sarà in grado di fare fronte all’inarrestabile ascesa al potere di Vladimir Putin o, invece, sarà costretto ad inchinarsi di fronte alla sua indiscussa supremazia? Tutto dipenderà da chi sarà nominato Presidente. Non resta, dunque, che attendere il prossimo anno.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di