Vivere in Europa, dove trovo lavoro?

57

A dispetto della crisi economica che ancora attanaglia il Vecchio Continente, esistono dei Paesi in Europa che offrono valide opportunità dal punto di vista lavorativo, che sapranno ripagare chi deciderà di espatriare con un buon lavoro. Vediamo più nel dettaglio quali sono questi Paesi.


Olanda: nella terra dei tulipani non è difficile trovare un posto di lavoro in vari settori dell’economia, da quello terziario alle aziende, passando per servizi sociali e sanità. L’Olanda, inoltre, offre anche le condizioni lavorative migliori, grazie principalmente alla settimana breve e ai 28 giorni annuali di ferie pagate. Per le donne, poi, il congedo retribuito per la maternità può arrivare sino a 16 settimane. Il costo della vita, infine, è più basso rispetto ad altri Paesi nord-europei.
Norvegia: è una fra le nazioni con il Pil pro capite più elevato e vanta una politica molto attenta a quelli che sono i diritti delle lavoratrici. In Norvegia, infatti, sono tanti gli esempi di donne che ricoprono posizioni di lavoro prestigiose e al tempo stesso hanno una famiglia a cui dedicare del tempo senza per forza dover cedere a dei compromessi, come accade invece in altri Paesi.
Germania: c’è poco da aggiungere a ciò che tutti sanno, ovvero la forte economia che caratterizza il Paese. È una fra le nazioni più ricche non soltanto in Europa e il tenore di vita è piuttosto alto, per tali ragioni viene spesso scelta per lavorare e vivere dagli stranieri.
Danimarca: la settimana lavorativa ammonta a 31 ore e anche qui si trova una politica davvero attenta nei riguardi delle donne. L’economia è forte, il mercato del lavoro stabile e il welfare efficiente. Nel complesso, dunque, la qualità della vita dei lavoratori può definirsi buona.

Il team di BreakNotizie