Viaggi: visitare Madrid

Viaggi: visitare Madrid

- in Viaggi
702
0

C’è chi afferma che la movida è nata a Madrid ed esattamente nel colorito barrio di Chueca. Che sia vero oppure una leggenda metropolitana non è dato sapere con certezza ma ciò non toglie il fatto che la capitale spagnola è una delle più interessanti città europee da visitare.


Storia, architettura, arte, eventi culturali, divertimento: a Madrid c’è di tutto e di più. Chi desidera soggiornarvi, avrà solo l’imbarazzo della scelta su cosa andare a vedere perché tante sono le attrazioni che ci sono. Ecco le imperdibili mete che dovete segnare sul vostro itinerario.

Qualsiasi cosa decidiate di andare a vedere non potete evitare di recarvi a Plaza Mayor, edificata nel XVII secolo e che deve essere considerato il centro della città. L’obiettivo con la quale fu pensata questa piazza era quello che doveva dimostrare la potenza del Regno di Spagna e, ancor oggi, è un compito che realizza in pieno. In grado di ospitare una folla di quasi cinquantamila persone, è un punto di ritrovo di il classico aperitivo prima di cena, da consumare comodamente seduti in uno dei tanti locali che offrono tavolini all’aperto.
Merita di essere visitato attentamente il meraviglioso palazzo dell’Escorial, voluto da Filippo II per essere il mausoleo di Carlo I, suo padre. Insieme al Monastero di San Lorenzo, fu terminato negli anni finali del XVI secolo e la sua mole poderosa di granito, non può che lasciare stupiti.


Altro appuntamento è il Museo del Prado, uno tra i più importanti al mondo. Da tenere in considerazione il fatto che una visita accurata, impegna molte ore ed il suggerimento di andarci evitando i giorni del week end per trovarlo meno affollato, è da seguire. Il Prado ospita una ricchissima raccolta di opere dell’arte europea a partire dal Seicento ai giorni nostri dove artisti come Goya, Caravaggio, Velasquez e Raffaello Sanzio sono solamente alcuni tra i più prestigiosi dei quali si possono ammirare le opere.
Per distrarvi da una intensa full immersion culturale, vi suggeriamo di prendervi alcune ore di pausa per visitare El Rastro, ossia il più antico mercato della città che si trova in uno dei rioni più popolari. Qui, il colore di tante bancarelle, il rumore della folla e le urla dei venditori, rendono tutto pittoresco anche se è necessario fare attenzione ai borseggiatori che nella confusione, trovano terreno fertile.


I cultori dell’arte moderna troveranno nel Museo Reina Sofia un centro importante che raccoglie opere dal Novecento in poi. L’edificio era un nosocomio utilizzato fino al 1986 quando cambiò destinazione d’uso diventando museo dove sono evidenziati gli artisti spagnoli come Picasso, Mirò e Dalì .
Non perdete tempo nel cercare di visitare il Palazzo Reale perché non è aperto al pubblico e recatevi al Parque del Buen Retiro, che si trova proprio al centro della città e rappresenta un’oasi di pace. Nel laghetto artificiale che si trova al suo interno, è possibile noleggiare una barchetta a remi: un’attrazione valida per coppie che desiderano un’atmosfera più intima.
Il rione di Chueca è famoso per essere un barrio gay dove la comunità GLBT trasferitasi qui in massa negli anni Ottanta, ha soppiantato tossici e spacciatori che lo avevano riempito fino ad allora. La trasformazione in meglio è evidente: colorato, vivo, allegro e pieno di locali.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di