Viaggi: visitare Los Angeles

259

Chi ha scelto Los Angeles come tappa di un viaggio e ci va per la prima volta, si trova di fronte al dubbio di come organizzare le visite per avere una esaustiva visione di ciò che di irrinunciabile c’è da vedere. Abituati come siamo alla concezione di una città che per quanto metropoli , sempre città resta e non conoscendo affatto le dimensioni di Los Angeles, non è difficile avere una idea molto errata della sua ampiezza.


Ben 80 distretti dove vivono oltre 12 milioni di persone con una estensione di oltre un milione e duecentomila metri quadrati è ciò che compone Los Angeles e i suoi sobborghi. Impensabile girarla tutta e se si vuole rinunciare all’ipotesi di comprare costose gite turistiche, l’unica cosa da fare è quella di noleggiare una macchina per spostarsi agevolmente.
Dalla mondana Venice Beach dalla fauna umana variopinta al Getty Center che ospita il Museo con notevoli opere d’arte, dalle spiagge di Redondo, Manhattan Beach e Hermosa fino a Rodeo Drive delle boutique griffate che propongono i brand più esclusivi.

In una delle tre città cardine degli Stati Uniti tutto è gigantesco, eccessivo, divertente e coinvolgente, per cui scegliere cosa fare è solo seguire i propri interessi. Tuttavia, ci sono delle cose irrinunciabili da vedere che sono quelle che consigliamo.

Iniziamo da quella che è stata a ragione definita la Mecca della California: la spiaggia di Venice. Più che un lido , Venice Beach è un mondo a parte tra giganteschi body builders che si allenano in palestre all’aperto, artisti alternativi in cerca di fama fino a temerari skateboarder che si incuneano tra la folla che passeggia sul Venice Boardwalk che costeggia l’oceano.
Non deve mancare una passeggiata sull’Hollywood Boulevard, la celebre strada dove si trova la Hollywood Walk of Fame, ossia il percorso che omaggia oltre duemilaquattrocento personaggi del mondo dello spettacolo che sono ricordati con delle stelle e, in alcuni casi, con i calchi delle loro impronte sul marciapiede del Mann’s Chinese Theatre.
Il Getty Museum è un luogo dove il ricco multimiliardario raccolse le sue collezioni di arte che annoverano tele di Van Gogh, Rubens, Renoir, Monet, Cézanne, Mirò, sculture di Moore e molti altri.


Andare a Los Angeles significa scoprire Hollywood e le ville dei divi prima di trascorrere del tempo agli Universal Studios e quelli della Paramount, estasiarsi per la bellezza di Beverly Hills e Bel Air e lasciare il cuore a Malibu.
Conoscere Los Angeles significa scoprire anche i dintorni come Santa Barbara e Santa Monica, cittadine che si trovano a sud verso il confine messicano. Soprattutto Santa Monica affascina per via del suo esteso litorale di spiagge di sabbia bianchissima ma anche per Palisade Park e per la Third Str. Promenade con i suoi negozi.
Non può mancare una giornata trascorsa a Disneyland, nella vicina Anaheim, dove i sogni dei più piccoli sono diventati realtà in uno dei parchi tematici più famosi (se non addirittura il più famoso) al mondo.

Intensa è anche la vita notturna che si svolge nella downtown dove, locali di tutti i tipi e per tutti i gusti, offrono quanto di più trend sia possibile. Un invito per immergersi nella caleidoscopica atmosfera di una megalopoli che offre innumerevoli stimoli per rendere unica la propria vacanza.

Il team di BreakNotizie