Viaggi: visitare il Messico

Viaggi: visitare il Messico

- in Viaggi
656
0

L’immagine che viene alla mente quando si parla di Messico è la classica iconografia dei mariachi con il tipico costume tradizionale e i sombreros che suonano una musica allegra.


Certamente è la parte più pittoresca e turistica questa che può essere considerata una limitata cartolina inviata da un Paese che è molto di più.
Il Messico sono le arcaiche culture che si sono succedute una dopo l’altra: dalla Olmeca alla quale è seguita la civiltà di Teotihuacàn e poi quella dei Zapotechi, dei Maya e dei Toltechi prima dei famosi Aztechi. Il Messico è anche segnato dalle incredibili piramidi di Chichén Itzà, dalla splendida Tulum, dal sito archeologico di Chapultepec, dalla Cattedrale di Città del Messico e molto altro ancora.
Terra fiorente baciata da due oceani, ha saputo mantenere intatte le sue tradizioni che affondano le radici del suo passato glorioso prima che questo venisse stravolto dai Conquistadores inviati dalla corona di Spagna in cerca di terre da conquistare e di ricchezze da depredare.
Il Messico è anche anelito di libertà di popolo, evidenziato con le rivoluzioni e i moti che videro Pancho Villa ed Emiliano Zapata, combattere contro un despotico potere.

Chi decide di visitare il Messico e sceglie una vacanza di conoscenza, difficilmente si accontenterà di fermarsi in modo stanziale in una delle tante strutture di lusso che sorgono sulla Riviera Maya di Playa del Carmen e dintorni; piuttosto, preferirà girare per conoscere quello che è possibile del Paese, basandosi su personali gusti ed esigenze, anche se ci sono luoghi imperdibili da vedere, come quelli di cui tracciamo un identikit.

Una terra che è ampia sette volte più della nostra Italia, è caratterizzata da differenti panorami ed attrazioni che rendono variegata la scelta di un itinerario di viaggio.

La parte della costa pacifica offre luoghi come Baja California, Cabo San Lucas, Mazalan, Puerto Vallarta, Manzanillo e Acapulco: tutte località famose per la loro offerta turistica relativa a soggiorni balneari.

Punto focale è Città del Messico, una vera megalopoli il cui numero di abitanti appare molto impreciso dal momento che ufficialmente ne conta più di venti milioni che raddoppiano se si considerano anche i sobborghi limitrofi. La capitale è un microcosmo dove sono rappresentati diversi mondi di diverse epoche che vanno dai ruderi Aztechi del Templo Mayor e Tzompantli alle testimonianze di una religiosità cattolica che si evidenzia nella Basilica di Guadalupe e in quella Catedral de la Ciudad.

Interessanti ed imperdibili sono anche le rovine di Teotihuacàn che sono a poche decine di chilometri dalla capitale e che annoverano templi come la famosa Piramide del Sole, la Piramide della Luna, del Quetzal.

Altro sito archeologico, ma risalente alla civiltà Maya, è quello di Palenque che si trova in mezzo ad una rigogliosa giungla. La cittadina risale a oltre quindici secoli fa e quello che si vede è solo una piccola parte degli imponenti templi e palazzi che restano ancora occultati dalla vegetazione. Entrare a Palenque di mattina presto quando una tenue nebbiolina creata dall’umidità provocata dalla giungla avvolge le antiche costruzioni che ricevono i primi fasci di luce del sole, è una emozione unica.

La penisola dello Yucatan non è solo la mondana Cancun ma anche le rovine Maya di Xcaret, Mayapan e Tulum che arricchiscono al panorama paradisiaco del mare dai mille colori dove bianchissime spiagge incorniciate da una ricca vegetazione si immergono dolcemente.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di