Viaggi: visitare Cuba

Viaggi: visitare Cuba

- in Viaggi
1156
0

Chi si appresta a viaggiare per la prima volta per Cuba si attende una bella isola caraibica con bel mare, spiagge da cartolina, sole e divertimento.

Sicuramente è questo uno stereotipo che va stretto all’isola del Caimano, in quanto Cuba è davvero molto di più.

Innanzi tutto è un sogno catapultato di almeno cinquant’anni indietro nel tempo e non solo per le vecchie auto lasciate dagli americani quando trionfò la rivoluzione ma proprio per una rarefatta atmosfera intrisa di sensazioni che riportano ai tempi di Hemingway, dei racconti di Lezama Lima, del vecchio Bacardì che decise di finire i suoi giorni a Cuba senza seguire gli eredi fuggiti dai barbudos.

Cuba è danza e non solo per la prima ballerina Alicia Alonso, ma per il ritmo afrocubano che scorre nelle vene della gente che ama ballare al suono di una conga di strada.

Cuba è anche musica e non solo per i Buena Vista Social Club ma per essere la patria del mambo, della conga, del son, del danzon, della trova e per il desiderio dei cubani di suonare qualsiasi musica per offrirsi ed offrire allegria.

Cuba è storia e non solo per la Revolucìon castrista ma per le guerre di indipendenza contro la Spagna prima e poi contro un sistema che ha provocato la rebeldìa del popolo.

Cuba è amore per il progresso senza dimenticare la natura. Nonostante decenni di blocco economico Cuba ha saputo primeggiare nelle scoperte scientifiche che si sono sempre indirizzate verso sperimentazioni naturali che le hanno permesso di intraprendere scoperte utili ai fini del mantenimento della salute nel rispetto di un equilibrio biosferico che tutelasse la natura.

Cuba è cultura non solo per il numero di universitari ma per il concetto rivoluzionario del termine impostato su di una società dell’essere e non dell’avere e dell’apparire.

Il doveroso preambolo è per tracciare a grandissime linee la presentazione di una destinazione che è molto di più delle meravigliose spiagge di Varadero, Cayo Largo, Cayo Santa Maria, Playa Ancon, Playa Paraiso e altre.

Cuba va al di la dei circuiti turistici che prevedono la visita della capitale concentrata nel casco historico che racchiude la bellissima Plaza de la Catedral e i palazzi circostanti in stile coloniale perfettamente restaurati per salvaguardare un patrimonio architettonico di tutto rilievo. Oltre allo struggente Malecon rotto da fragorose onde del mare che si infrangono sui frangiflutti e alla pittoresca Bodeguida del Medio famosa per essere il bar preferito da Hemingway per degustare il miglior mojito del mondo, c’è da visitare l’interessante Barrio Chino, il residenziale quartiere del Vedado con le sue villette coloniali perfettamente conservate, il Morro che domina il porto dell’Avana e Parque Lenin.

Cuba è anche Santiago de Cuba, ossia la capitale dell’Oriente dove più alta è la concentrazione di persone di etnia africana e di frequentatori della Santeria, ossia l’arcaico rito religioso che ha miscelato in modo sincretico la religione cattolica importata dai religiosi e le credenze africane importate da migliaia di schiavi trascinati sull’isola.

Da vedere la Sierra Maestra, Holguin, Cienfuegos, la cittadina di Santa Clara dove si trova anche il Mausoleo e la tomba del Che, Baracoa il luogo dove attraccò Cristoforo Colombo che esclamò che era la più bella terra che occhi umani avessero visto fino ad allora.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di