Via raffreddore e sinusite grazie ai lavaggi nasali!

Via raffreddore e sinusite grazie ai lavaggi nasali!

- in Benessere
235
0

Curare il raffreddore senza farmaci è possibile! Un trucco ottimale per guarire e prevenirlo consiste nel tenere sempre pulite le cavità nasali. Come? Grazie ai lavaggi nasali: vediamo come fare

Uno dei rimedi naturali più efficaci contro il raffreddore e la sinusite è rappresentato dai lavaggi nasali, un’antica pratica orientale che consiste nell’irrigazione delle cavità nasali con l’ausilio di una speciale strumento chiamato Lota Neti. Effettuare delle irrigazioni nasali con delle soluzioni saline appena tiepide aiuta ad eliminare sia il muco che gli allergeni.

I lavaggi nasali nelle persone adulte hanno dunque molteplici benefici: attenuano i sintomi del raffreddore e prevengono eventuali complicazioni come rinite allergica, infiammazioni delle basse vie respiratorie o sinusite mascellare. Per questo motivo è importate ed utile effettuare questo trattamento ogni giorno a casa, metodo peraltro molto più economico rispetto alle medicine che dovremmo acquistare in caso prendessimo il raffreddore. Ma come si effettuano i lavaggi nasali? Esistono differenti tecniche e strumenti, vi illustriamo quelli più noti.

Il metodo più antico e considerato anche il più efficace per pulire le cavità nasali è il Lota Neti, un recipiente di origini indiane che ricorda nella forma una minuscola teiera. Deve essere riempito con una soluzione salina fatta riscaldare a 36-37°C circa, ossia la temperatura corporea. Si può preparare facilmente in casa aggiungendo un cucchiaino di sale marino e un cucchiaino di bicarbonato di sodio a mezzo litro di acqua. Una volta pronta la soluzione, si versa nel Lota Neti e si inserisce il suo beccuccio all’interno di una narice, piegando lateralmente la testa: il liquido scorrerà attraverso le cavità nasali e fuoriuscirà dalla narice opposta.

Occorre fare attenzione, specialmente le prime volte, a respirare a bocca aperta e a non ingoiare la soluzione. Se ciò dovesse accadere niente panico: si tratta comunque di una soluzione innocua per la salute e in quantità così basse. Occorrerà fare qualche tentativo prima di prendere confidenza con questa tecnica ma dopo pochi giorni diverrà naturale e potrete notare i benefici sulla respirazione e sulla salute. Con le dovute precauzioni il Lota Neti può essere impiegato anche per i lavaggi nasali dei bambini.

Una tecnica alternativa per praticare le irrigazioni nasali è l’utilizzo della siringa senza ago. Il principio di funzionamento è il medesimo del Lota Neti: si inserisce il beccuccio della siringa in una narice e si piega la testa di lato. In tal caso, però, il flusso della soluzione salina potrà essere regolato a piacere grazie alla pressione del pistone della siringa. All’inizio è meglio andare con delicatezza, utilizzando un flusso lento. In farmacia, inoltre, esistono anche i flaconi di soluzione fisiologica già pronta, dotati di beccuccio da inserire nelle narici. Costano un po’ di più ma sono più pratici ed indicati per chi non ha molto tempo a disposizione.

Nonostante i loro effetti benefici, i lavaggi nasali comportano anche qualche controindicazione, evitabile facilmente adottando qualche accorgimento. È consigliabile non effettuare lavaggi in caso di lesioni nasali o infiammazione acuta. Inoltre occorre fare attenzione a non impiegare soluzioni eccessivamente saline o troppo calde: in entrambi i casi si rischia di danneggiare le mucose provocando bruciori o lesioni all’interno del naso.

Il Team di Breaknotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Codacons: altro che crisi, affari per 8 miliardi di euro per astrologi e maghi

Il settore dell’occulto non conosce crisi in Italia: