Uova al Fipronil: pubblicato a distanza di 8 mesi il resoconto dell’Efsa

375
uova-al-fipronil-2

È passato quasi un anno dallo scandalo sulle uova contaminate dal fipronil, insetticida considerato illegale in Europa. L’Efsa ha finalmente pubblicato il resoconto delle analisi dei campioni di uova sequestrate in tutto il territorio europeo. 

Lo scorso anno, nel mese di luglio, era scoppiato uno scandalo a causa della contaminazione di alcuni lotti di uova da fipronil, un acaricida vietato dalle leggi europee negli allevamenti di pollame. La scoperta era stata fatta dalle autorità belghe, con la conseguente confisca di milioni di uova dal mercato, persino in Italia.

Dati raccolti per tre mesi

A fine agosto, dopo il rilevamento di residui di fipronil nelle uova è stato avviato un programma di monitoraggio all’interno dell’Unione Europea. L’Efsa (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare), a distanza di 8 mesi, ha reso pubblica una relazione stilata in base alle analisi dei campioni alimentari raccolti a partire dal primo settembre sino al 30 novembre scorso.

uova-al-fipronil-2

Oltre il 13% dei campioni conteneva fipronil oltre i limiti legali

Sono ben 5.439 i campioni di uova e i tessuti di pollo passati al vaglio dagli Stati membri alla ricerca di fipronil e altre sostanze pericolose in modo da individuarne un potenziale uso illegale negli allevamenti di pollame come acaricidi. Dalle disamine è emerso che, fra questi campioni, 742 presentavano delle percentuali di residui di fipronil superiori ai limiti consentiti per legge. La maggior parte dei campioni riguardava 601 uova di gallina, 134 tessuti di grasso, 5 di fibre muscolari e 2 di uova in polvere essiccate.

Paesi Bassi e Italia al primo posto

I tester che hanno superato i limiti legali erano per lo più provenienti dai Paesi Bassi e dall’Italia, rispettivamente con 664 e 40 campioni. A questi seguono, in misura molto minore Germania (13 campioni), Polonia (11 campioni), Ungheria (6 campioni), Francia (5 campioni), Slovenia (2 campioni) e Grecia (1 campione). Nella maggior parte dei casi le irregolarità sono state riscontrate in dei prodotti già sospetti, per i quali la violazione d’uso era già nota.

uova-al-fipronil-2

Maggiore tutela in futuro per i consumatori?

I risultati delle analisi sono stati pubblicati e messi a disposizione degli Stati membri dell’UE e dei gestori del rischio. Ciò è in linea con la dichiarazione dello scorso ottobre di Vytenis Andriukaitis, commissario europeo alla salute e alla sicurezza alimentare, che riferendosi allo scandalo fipronil espresse la necessità di migliorare le modalità di reazione alle crisi e il flusso di informazioni. In Italia il Codacons aveva richiesto le immediate dimissioni dell’allora ministro della salute Lorenzin per aver a lungo taciuto il problema fipronil e non essere intervenuta prontamente lasciando che i consumatori continuassero ad acquistare uova potenzialmente contaminate.

Il Team di BreakNotizie

Leggi anche:

Tutto quello che devi sapere sul Fipronil

Biscotti senza uova: 3 ricette facili e golose