Tutti i benefici e le proprietà del tulsi, il basilico sacro indiano

77
tulsi

Il tulsi, soprannominato “la regina delle erbe”, è una pianta adattogena conosciuta sin dall’antichità per le sue proprietà medicinali. Scopriamo insieme quali sono.

Il tulsi, conosciuto anche come basilico sacro, è una piantina antica, nota per le sue proprietà curative da oltre 3 millenni. Originario dell’Asia, cresce rigoglioso nei climi tropicali di quasi tutto il mondo. Esistono due varietà di tulsi: Rama tulsi, con foglie verdi e gambo bianco, e Shyam tulsi, dalle foglie e il gambo violacei; sono molto simili in quanto a benefici e profumo ed entrambi sono privi di caffeina e teina. Il tulsi, oltre ad essere ipocalorico, contiene vitamine come la A, la C e la K e minerali importanti quali manganese, potassio e magnesio, oltre ad una discreta percentuale di folati.

Tulsi: le 10 proprietà che dovete conoscere

Numerosi ricercatori hanno analizzato e studiato gli effetti benefici di questa pianta che si è rivelata preziosa su più livelli, persino per quanto riguarda la protezione dell’organismo e dei tessuti dallo stress chimico dovuto a metalli pesanti e inquinanti industriali. Si tratta inoltre di un valido alleato per la salute dei capelli e della pelle. Viene comunemente consumato sotto forma di tisana o di compresse ed utilizzato anche come olio essenziale. Vediamo nel dettaglio i 10 benefici del basilico sacro.

tulsi

1. Antiacne naturale

Grazie alle sue proprietà battericide, il tulsi è ottimo per disinfettare la pelle e quindi per combattere l’acne e le altre infezioni dell’epidermide, non solo dall’esterno ma anche dall’interno e senza effetti collaterali. Il principio attivo del basilico sacro è l’eugenolo, capace di nutrire la pelle e di agire come antinfiammatorio. Può essere impiegato sotto forma di olio insieme all’olio di cocco in modo da essere assorbito al meglio dalla pelle.

2. Stabilizza la glicemia

In seguito a diverse ricerche si è scoperto che il tulsi svolge un’attività anti diabetica: riduce i livelli di glucosio nel sangue, riequilibra i profili lipidici e protegge i reni e il fegato dai danni metabolici provocati dalla glicemia alta.

3. Antitumorale

Se consumato regolarmente, il basilico sacro, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, inibisce lo sviluppo di cellule tumorali. Da alcune analisi di laboratorio è risultato che è efficace in caso di tumore alla pelle, al fegato, al cavo orale e ai polmoni poiché incrementa l’attività antiossidante di enzimi e glutatione, facendo morire le cellule tumorali

tulsi

4. Riduce lo stress equilibrando i livelli ormonali

Come ben sappiamo un alto tasso di cortisolo, noto ai più come ormone dello stress, risulta deleterio per l’organismo e ha effetti negativi sul sistema immunitario, sul sistema cardiocircolatorio, sulla memoria e l’apprendimento, sulla densità ossea e persino sul peso forma. Bere dell’infuso di basilico sacro una volta al giorno aiuta a regolare i livelli di cortisolo naturalmente.

5. Antipiretico

Essendo un antibatterico, germicida e antibiotico, il tulsi è capace di proteggerci da germi, virus e batteri. Si può rivelare prezioso quindi quando si ha la febbre: in questi casi l’innalzamento della temperatura corporea è dovuta a un’infezione. Il tulsi, grazie alle sue proprietà, combatte le cause dell’infezione e di conseguenza funge anche antipiretico.

6. Migliora la respirazione e cura le infezioni alle vie aeree

Il basilico sacro è un valido aiuto per combattere i disturbi di tipo respiratorio come tosse, asma, bronchite e infezioni del tratto respiratorio superiore. L’eugenolo, il cineolo e il canfene in esso contenuti danno sollievo alla congestione delle vie aeree e consentono di respirare meglio.

olio-essenziale-di-tulsi

7. Fonte di vitamina K

Come suddetto, il tulsi contiene una ricca quantità di vitamina K, vitamina liposolubile essenziale per mineralizzazione delle ossa e per la coagulazione del sangue. Non solo, aiuta a mantenere un cervello attivo ed un metabolismo reattivo. Una tazza di infuso di basilico sacro consente di raggiungere il fabbisogno giornaliero raccomandato di vitamina K.

8. Salvaguarda la salute e l’igiene dentale

Il suo potere antibatterico è molto utile anche per l’igiene orale: l’infuso, utilizzato come collutorio, aiuta a neutralizzare i batteri responsabili di placca, tartaro, carie ed alito cattivo. Sotto forma di olio essenziale è efficace anche per curare le dolorose afte della bocca, basta aggiungerlo a poco dentifricio ed applicarlo sulla parte interessata.

9. Allevia il mal di testa

Il basilico sacro ha un effetto sedativo, quindi può essere molto utile per alleviare l’emicrania ed il mal di testa in generale in quanto aiuta a ridurre la tensione accumulata nel seno nasale e frontale. Come si impiega, in questo caso? Per calmare il mal di testa basta una tazza di infuso ma può avere un effetto rilassante e terapeutico anche l’olio essenziale spruzzato nell’ambiente in cui ci si trova.

infuso-di-tulsi

10. Azione protettiva sugli occhi

In virtù delle sue proprietà lenitive e antinfiammatorie, aiuta a curare la congiuntivitema anche la cataratta e l’oftalmia ed è un buon rimedio naturale per combattere glaucoma e degenerazione maculare.

Il Team di Breaknotizie