Trump contro gli aerei militari F-35: “Costano troppo”

Trump contro gli aerei militari F-35: “Costano troppo”

- in Politica
462
0
Republican presidential candidate Donald Trump delivers his message during a campaign rally at the state fair in Oklahoma City, Friday, Sept. 25, 2015. (AP Photo/J Pat Carter)

A dispetto della fama di presidente guerrafondaio che la stampa mondiale gli ha affibbiato, Trump si è scagliato contro gli F-35: “I costi sono eccessivi”

Il presidente eletto degli Stati Uniti Donald Trump – che si insedierà alla Casa Bianca fra poco più di un mese – prosegue nella sua politica anti-militarista, cogliendo di sorpresa tutti quelli che l’avevano dipinto come un presidente guerrafondaio, in particolare la stampa internazionale. Dopo aver dato inizio ad una politica di distensione dei rapporti con la Russia e aver dichiarato di non condividere l’approccio eccessivamente aggressivo da parte della Nato proprio nei confronti dei russi, il neo-presidente americano si è scagliato contro la produzione degli F35, giudicata troppo dispendiosa.

I costi del programma F-35 sono fuori controllo”, queste le parole usate da Trump, anticipando che non appena si insedierà tali costi verranno tagliati, con un considerevole risparmio di miliardi di dollari da destinare altrove. Trump si presenta dunque come un presidente che non mette la guerra e le spese militari al primo posto fra le priorità del suo mandato, ma anzi appare deciso a tagliare quei costi ritenuti eccessivi per investire in maniera più oculata il denaro risparmiato.

Non sarà una battaglia facile la sua contro la lobby dell’industria militare che ha subito reagito alle sue dichiarazioni facendo notare il calo dei titoli in borsa delle diverse aziende coinvolte nella costruzione di aerei militari, armi e munizioni in seguito all’annuncio fatto dal presidente eletto. Le sue parole, tuttavia, hanno trovato un discreto consenso e appoggio persino in Italia, una delle nazioni coinvolte nel programma militare degli F-35 Usa.

Il nostro Paese ha investito in tale programma ben 14 miliardi di euro, che si sarebbero potuti risparmiare per essere investiti in altri ambiti che hanno maggiore bisogno di fondi, ad esempio sanità e istruzione, oppure si sarebbero potuti destinare a politiche per la creazione di nuovi posti di lavoro. La speranza è che anche l’Italia segua la linea tracciata da Trump e riduca i soldi destinati alle spese militari per investirli al fine di migliorare il benessere del Paese e dei suoi cittadini.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Ecco perché baciare fa bene alla salute

Sapevate che baciare è un toccasana per la