Trump all’attacco: “La Clinton è la marionetta dei poteri forti”

Trump all’attacco: “La Clinton è la marionetta dei poteri forti”

- in Politica
686
0

A circa tre settimane dalle elezioni presidenziali americane, il duello fra i due candidati alla Casa Bianca si infiamma. E Donald Trump passa all’attacco

Dopo aver dovuto subire settimane di attacchi e linciaggi mediatici, con l’accusa di maschilismo e di violenza sulle donne, il candidato repubblicano Donald Trump è passato al contrattacco nei confronti dell’avversaria Hillary Clinton, accusandola di essere “una marionetta nelle mani dei poteri forti e delle élite della globalizzazione, che hanno depredato i lavoratori e la gente comune”. La Clinton, come prima suo marito, fa parte di una struttura di potere che ha l’obiettivo di togliere ricchezza agli Stati Uniti per trasferirla nelle tasche dell’alta finanza e della politica.

Accusato di non essere democratico, Trump ha poi domandato cosa ci sia di democratico in una famiglia che ormai da quasi un quarto di secolo bazzica i piani alti della politica americana, proprio perché in grado di portare avanti interessi che con la democrazia hanno ben poco a che fare. Bill Clinton, infatti, è rimasto presidente per due mandati nonostante gli scandali e dopo di lui è stata la volta della moglie, prima segretario di Stato e ora candidata del partito democratico, sfruttando gli appoggi e gli agganci costruiti dal marito Bill nell’arco degli ultimi due decenni.

La dimostrazione della stretta relazione di Hillary Clinton con i poteri forti sono le migliaia di mail poi cancellate dall’ex segretario di Stato, dalle quali sono emersi frequenti contatti e incontri segreti con i rappresentanti di banche internazionali, durante i quali l’obiettivo era mettere in crisi la sovranità Usa per privilegiare gli interessi dei potentati finanziari globali.

Mail dal contenuto compromettente che hanno messo in difficoltà la candidata democratica durante la campagna elettorale: lo testimonia il fatto che la Clinton non ha saputo difendersi dalle accuse, rispondendo con degli elusivi “non ricordo” alle domande che riguardavano il contenuto della corrispondenza elettronica. La struttura di potere che appoggia i Clinton esercita un pressante controllo anche sui media e così si spiegano le pubblicazioni “ad orologeria” nelle ultime settimane di video e interviste contro Trump. Quella organizzata dalla struttura-Clinton è una battaglia senza esclusione di colpi, con un unico obiettivo: conquistare la presidenza degli Stati Uniti ad ogni costo.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Ecco perché baciare fa bene alla salute

Sapevate che baciare è un toccasana per la