Troppi energy drink sono nocivi per la salute degli adolescenti

Troppi energy drink sono nocivi per la salute degli adolescenti

- in Scienza
335
0

Il mix di alcol e sostanze eccitanti altera gli equilibri chimici cerebrali, spesso in forma permanente

Vuoi per vizio, vuoi per moda, gli adolescenti di oggi consumano delle dosi veramente esagerate di bevande energetiche. Ignari, molto probabilmente, o comunque non pienamente consapevoli, che siano piene zeppe di sostanze eccitanti e di caffeina. Sostanze che, se lì per lì regalano una sensazione di piacevole benessere, alla lunga potrebbero essere nocive per la salute dell’uomo. Si è soffermata sulla problematica, in particolar modo, una squadra di ricercatori della Purdue University, che si è rimboccata le maniche per cercare di capire quali effetti possa avere questo abuso di sostanze eccitanti sul corpo e sul cervello degli adolescenti. I risultati ottenuti dal team, che si sono principalmente soffermati sul mix di alcol ed energy drink, sono stati pubblicati su una serie di riviste specializzate, come Plos One e Alcohol. E la sintesi della ricerca da essi condotta, purtroppo, non lascia spazio a interpretazioni di diversa natura: hanno provato, in maniera inconfutabile, che un uso eccessivo di bevande alcoliche e di drink energetici altera gli equilibri chimici cerebrali, nella maggior parte dei casi in forma permanente.

Queste alterazioni non provocano danni immediati. Le cause si manifestano durante la crescita. È durante l’età adulta, infatti, che si inizia ad essere sempre meno sensibili a quelle droghe che prima gratificavano e saziavano il cervello. L’ovvia conseguenza, naturalmente, è che il soggetto dipendente da alcol ed energy drink avrà bisogno di una sempre maggiore quantità di sostanze eccitanti e anche di cibo spazzatura, che come queste bevande nocive regala una parvenza di benessere a livello fisico e psicologico.

Nella ricerca condotta dagli studiosi della Purdue University, coordinati dal docente Richard van Rijn e dalla ricercatrice Meredith Robins, sono stati effettuati dei test ben precisi su un campione di topi. Quelli a cui sono stati somministrati alcol ed energy drink, addirittura, si sono mostrati ancor più attivi di quelli che, invece, erano stati precedentemente drogati con della cocaina. A differire, nei loro esami, era il livello della proteina AfosB, che ha a che fare, appunto, con i cambiamenti neurochimici permanenti. Una volta cresciuti i topi, è stato possibile constatare che la cocaina aveva un effetto quasi nullo sui roditori a cui erano stati somministrati gli energy drink, come se la droga non desse loro alcun piacere, contrariamente alle aspettative.

Gli studi sul tema, in ogni caso, non si fermeranno qui. I ricercatori della Purdue University, prossimamente, si attiveranno per capire quali effetti abbiano sul cervello le sostanze stimolanti, per poi sviluppare un trattamento specifico che possa essere efficace per tutti gli individui che abusano di alcolici. Analizzeranno, inoltre, le reazioni all’etilfedinato, un farmaco impiegato nella cura al deficit dell’attenzione.

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che