The Beatles: breve storia della più grande band di sempre

The Beatles: breve storia della più grande band di sempre

- in Musica
1765
0

Gli anni ’60 del secolo scorso sono passati alla storia per la rivoluzione culturale di cui sono stati portatori: sono stati gli anni delle conquiste delle donne e della lotta per i diritti delle minoranze. Uno dei maggiori simboli di quegli anni sono i Beatles.

img_2621174590181486.png

La storia dei Beatles, universalmente riconosciuti come il più grande gruppo musicale di sempre, inizia nell’estate del 1957 e precisamente il 6 luglio. In quel di Liverpool due giovanissimi John Lennon e Paul McCartney si conoscono in una kermesse musicale animata da band composte da adolescenti e in cui entrambi partecipano con i rispettivi gruppi. John rimane folgorato dalla capacità di Paul con la chitarra e lo convince a provare a suonare insieme. Questa è la genesi dei Beatles, che nel 1958 vedranno aggiungersi George Harrison, amico di infanzia di Paul.

Quando George Harrison si unisce ai Beatles, il nome del gruppo è The Quarrymen, anche se nel loro sound sono già comparsi pezzi funky e di rock’n’roll perfetto per far entusiasmare i giovani. Nel 1958 la vita di John viene sconvolta dalla morte della madre e da allora il futuro compositore di Imagine si getta verso un unico obiettivo, ovvero quello di portare i Beatles al successo.

Due anni dopo il lutto che ha colpito John, il gruppo ha cambiato nome e ha assunto quello con cui è poi passato alla storia. Ma il 1960 è anche l’anno in cui i Beatles vanno ad Amburgo, dove sfoggiano il look che è entrato nella storia della musica. Il gruppo tiene una serie di concerti che contribuiscono a farli conoscere a livello internazionale.

L’anno dopo questa importante esperienza formativa arriva il primo 45 giri, dal titolo My Bonnie, mentre nel 1962 ottengono una audizione con una importante casa discografica: la Decca. Quest’ultima incorre però nella più grande svista della storia, non scritturandoli. Questo errore non viene commesso dalla EMI, che però impone a quelli che poi saranno conosciuti come i Fab Four, di accettare Ringo Starr come batterista, in luogo di Pete Best.

Si arriva quindi al 5 ottobre del 1962, momento d’uscita di quello che è il loro primo grande successo a livello internazionale. Love me do costituisce l’avvio ufficiale della mania mondiale per il gruppo, che due anni dopo centra un incredibile record: cinque canzoni ai primi cinque posti della classifica dei singoli negli Stati Uniti d’America. E un anno dopo, nel 1965, arriva anche il conferimento del titolo di Baronetti da parte della Regina d’Inghilterra.

In quegli anni i successi dei Beatles, sia a livello di singoli che di album, sono qualcosa di inarrestabile, ma le cose nel gruppo da tempo non vanno bene e non solo per la relazione tra John Lennon e Yoko Ono, mal vista dal resto del gruppo. L’ultimo grande successo targato Beatles è Let it Be, disco del 1970, mentre l’ultimo live è dell’anno prima, a San Francisco. A Let it Be infatti non seguirà un tour, perchè nell’aprile del ’70 Paul McCartney rende ufficiale quello che i fan e gli addetti ai lavori avevano da tempo intuito, ovvero la fine dei Beatles.

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che