Tecnologie Free Energy e Ringiovanimento: Trump ha ordinato la declassificazione di oltre 1000 brevetti top secret

Tecnologie Free Energy e Ringiovanimento: Trump ha ordinato la declassificazione di oltre 1000 brevetti top secret

- in Scienza, Tecnologia
1295
0

Tramite un memorandum segreto il presidente americano avrebbe aperto la strada per rendere note delle rivoluzionarie scoperte scientifiche

All’indomani del suo insediamento alla Casa Bianca, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump avrebbe emesso un memorandum top secret riguardante il programma spaziale segreto. Queste le indiscrezioni rivelate dall’informatore Corey Goode, il quale ha reso noto che in questo documento il Presidente avrebbe ordinato la declassificazione di svariati brevetti su nuove tecnologie free energy e su trattamenti per il ringiovanimento cellulare. Questo memorandum sarebbe stato inviato alla Comunità dell’Intelligence e al Dipartimento della Difesa ma a causa dello stretto riserbo non verrà reso noto in veste ufficiale ai mezzi d’informazione.

anti-aging

Goode avrebbe ricevuto queste informazioni da una talpa interna al progetto, un alto funzionario appartenente al Programma Spaziale Segreto con cui sta collaborando per uno scambio reciproco di informazioni. Durante uno dei loro meeting privati, a fine gennaio, a Corey Goode è stata riferita la questione scottante sul memorandum di Trump nonché la declassificazione di circa mille brevetti da un totale di oltre 5000.

La maggior parte di questi brevetti riguardano tecnologie sanitarie e cure estetiche per il ringiovanimento, altre ancora però riguardano la biochimica, la scienza dei materiali ed in particolare le invenzioni basate sulla Free Energy. Questo tipo di tecnologia, mai mostrato sinora, pare sia ampiamente sfruttato in una serie di programmi spaziali segreti mai resi noti per questioni relative alla sicurezza nazionale.

TimeTravel2

L’USPTO (United States Patent and Trademark Office), tramite dei regolamenti federali aveva disposto che i brevetti venissero classificati e non rivelati pubblicamente. Secondo quanto rivelato a Goode, l’Intelligence ed il Pentagono avrebbero detto a Trump che per rivelare tutti i brevetti, che si aggirano sui 5700 totali, ci sarebbero voluti almeno 10 anni, ma il Presidente li avrebbe esortati a farlo nel giro di tre anni al massimo. Ulteriore prova della ferma volontà di Trump di voler fare questo gran passo con una rapida declassificazione dei brevetti segreti può essere ricercata anche nel suo discorso inaugurale. Il Presidente infatti, a conclusione del suo discorso, aveva pronunciato una frase che forse andava ben oltre la semplice demagogia:

Ci troviamo agli albori del nuovo millennio, pronti a svelare i misteri dello spazio, a liberare la terra dalle miserie delle malattie e a sfruttare le energie, le industrie e le tecnologie di domani”.

Grazie all’intervento di Trump dunque, si potranno rendere possibili avanzamenti scientifici di enorme portata. Ad esempio, sempre secondo la fonte di Goode, gli studi top secret sui telomeri pare siano ormai molto avanzati, e questo comporterebbe ripercussioni positive sul settore medico, come la riproduzione di cellule sane, immuni da malattie e l’inversione dei processi di invecchiamento. Fantascienza? In realtà tali affermazioni collimano con quanto afferma un ingegnere aerospaziale pensionato, William Tompkins, il quale asserisce che all’inizio dello scorso anno gli era stato rivelato da alcuni funzionari della Marina che le tecnologie anti aging sarebbero state rese pubbliche nel giro di due anni. Tompkins aveva preso parte allo sviluppo delle tecnologie anti aging mentre lavorava in qualità di ingegnere di sistemi dal 1967 al 1971 alla TRW, famosa società statunitense di ingegneria specializzata in aerospazio e automotive. Questo genere di applicazioni innovative sono state già impiegate per dei programmi spaziali segreti, testate sul personale aderente ai programmi “20 [years] and back”, nei quali era incluso anche Goode. I brevetti della TRW probabilmente fanno parte di quei mille destinati alla declassificazione del memorandum di Trump.

deep-state

Un altro settore destinato ad uno straordinario balzo in avanti grazie al Presidente è quello energetico. L’imminente declassificazione dei brevetti segreti rilancerà gli Stati Uniti nel settore dell’industria manifatturiera offrendo milioni di posti di lavoro. Le invenzioni basate sulla free energy muterebbero radicalmente l’industria dei trasporti, ma non solo: lo strapotere dell’industria petrolifera potrebbe venir meno. Coincidenza vuole che uno dei maggiori sostenitori della lobby del petrolio e del mantenimento del segreto circa l’energia a costo zero fosse David Rockfeller, morto lo scorso 20 marzo all’età di 101 anni.

Nikola-Tesla

Non bisogna trascurare dunque l’enorme importanza che il memorandum di Trump riveste allo stato attuale delle cose. Secondo altre informazioni svelate a Goode dal suo informatore, Trump rischiava addirittura di essere assassinato prima o durante la sua proclamazione come 45° presidente degli Stati Uniti per mano di intelligence civili come la CIA, l’NSA e il DHS, ma il Pentagono avrebbe minacciato un colpo di stato militare se questo fosse successo. Secondo Goode infatti l’80% del personale di queste agenzie è manovrato dalla Cabala, il vertice della piramide massonica del “Deep State” statunitense che decide, da oltre cinquant’anni, chi sarà il prossimo presidente Usa, nonché leader mondiale. John Fitzgerald Kennedy, ad esempio, non faceva parte della cerchia e venne ucciso, Richard Nixon, invece, una volta diventato “scomodo” venne rimosso dalla carica. Trump è attualmente il nemico numero uno della Cabala, che ha fortemente osteggiato la sua candidatura a presidente. Un personaggio scomodo, che tramite questo ultimo atto potrebbe porre fine ad anni di oscurantismo scientifico ed avviare un vero e proprio boom economico.

 

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Impara ad elaborare le tue emozioni con gli esercizi giusti

L’espressività di una persona si manifesta non solo