Tappo di cerume: ecco come rimuoverlo con rimedi naturali

388
tappo-di-cerume

Indipendentemente dall’igiene personale, il tappo di cerume è un’esperienza che prima o poi quasi tutti hanno provato, ma come rimuoverlo delicatamente? Ecco i rimedi naturali.

La maggior parte delle persone puliscono le proprie orecchie utilizzando i classici cotton fioc, anche detti bastoncini cotonati. Questi possono essere utili per pulire superficialmente ed esternamente il condotto uditivo, ma sono sconsigliati per addentrarsi nell’orecchio. Infatti, il cotton fioc non solo spinge più in profondità il cerume favorendo la formazione di un tappo che ostruisce il fondo del condotto uditivo, ma può anche lesionare le pareti interne e creare così delle infezioni chiamate otiti. Per giunta va ricordato che il cerume è un prodotto naturale delle ghiandole presenti nelle orecchie, utile a proteggere le stesse dagli agenti fisici e chimici esterni, nonché da eventuali agenti patogeni come batteri o miceti. Di conseguenza, eliminare tutto il cerume con l’aiuto dei bastoncini cotonati rappresenta un duplice errore che va assolutamente evitato.

tappo-di-cerume

Pulire il condotto uditivo con prodotti naturali

Per ottenere una pulizia del condotto uditivo in maniera naturale e non eccessivamente aggressiva si può optare per una soluzione semplice e veloce che impedisce anche la formazione del tappi di cerume: l’olio di oliva.
Inserendo poche gocce nell’orecchio, non solo l’olio di oliva agirà lubrificando il condotto e riducendo eventuali infiammazioni della pelle. Con l’uso tenderà a far sciogliere un eventuale tappo di cerume. In alternativa all’olio di oliva può essere utilizzato anche l’olio di cocco. Sciogliere il tappo di cerume e rimuoverlo, però, sono due cose differenti.

Come rimuovere il tappo di cerume

Per procedere con la rimozione bisognerà caricare una siringa da 20 ml di acqua ossigenata, oppure anche acqua fisiologica tiepida mista a sale. Il sale è indispensabile per evitare che si crei un ambiente umido a favore della proliferazione batterica e/o micotica, il quale peggiorerebbe la situazione. Il lavaggio delle orecchie con queste soluzioni va eseguito in un lavandino con la testa rivolta verso il lato dell’orecchio da cui rimuovere il tappo.

La procedura va eseguita solo se non sono presenti lesioni del timpano e se il tappo di cerume non è di difficile rimozione. In questi casi, infatti, è sempre bene rivolgersi ad un professionista del settore. L’otorinolaringoiatra procederà alla rimozione del tappo di cerume con un apposito aspiratore.

tappo-di-cerume

Lenire il condotto uditivo dopo la rimozione

Dopo l’eliminazione del tappo, l’orecchio potrebbe risultare irritato, per cui è importante lenire il condotto uditivo con 2-3 gocce di olio di cocco per almeno 3 giorni. L’olio di cocco non solo agirà sull’eventuale infiammazione di timpano e pelle, ma andrà anche a sciogliere potenziali ulteriori residui del tappo di cerume, facilitando così la sua naturale dissoluzione.

Cause del tappo di cerume

È importante sottolineare che il cerume è una secrezione naturale essenziale che non va rimossa a meno che non si formi un tappo. Quest’ultima evenienza si può ricreare o per un utilizzo improprio dei cotton fioc, oppure anche per carenza di acidi grassi omega 3 nell’alimentazione, che dovranno quindi essere integrati con salmone, sardine, acciughe e crostacei in genere.

tappo-di-cerume

Il Team di BreakNotizie

Leggi anche:

Curarsi con una molletta per il bucato: lo straordinario potere dell’auricoloterapia

Shangai: costruiti orecchi in vitro per 5 bambini con malformazione