Svolta clamorosa nel settore della difesa americana

65

Dopo tantissimi anni di proteste, le torture durante gli interrogatori sono state, dopo tantissimi anni e polemiche continue, finalmente abolite.

In passato, e soprattutto nei periodi di guerra, era sempre più frequente sentire le testimonianze di alcuni prigionieri che erano costretti a subire delle atroci torture.
Queste venivano utilizzate per poter ottenere delle informazioni importanti proprio da parte dei prigionieri, molti dei quali sono impazziti o hanno perso la vita durante questa procedura.
Una delle torture maggiormente utilizzate è quella della goccia d’acqua: da un tubo cade una goccia d’acqua che colpisce ripetutamente la testa del prigioniero.


Questo impazzisce col passare del tempo poiché la goccia cadrà con lassi di tempo costanti e stabili.
Anche il porre un panno completamente bagnato sul volto del prigioniero, il quale provava la sensazione di annegare, era uno strumento di tortura molto utilizzato anche dai soldati americani.
Le torture però saranno un ricordo appartenente al passato, visto che i Parlamentari hanno votato ed espresso la decisione di rimuovere e proibire questi mezzi per far confessare un prigioniero.
Ogni strumento o mezzo che riguarda la tortura, o le umiliazioni di tipo sessuale, verranno punite con la massima pena, indipendentemente dal grado al quale appartiene il militare che esegue tali operazioni.
L’emendamento è stato creato dal Senatore John McCain, che ha ricevuto il supporto di diversi parlamentari, ed in particolar modo da Dianne Feinstein, che lo ha aiutato nella creazione del suddetto emendamento, approvato all’unaminità dai parlamentari americani.

Il team di BreakNotizie