Studenti contestano il ministro Fedeli alla Sapienza di Roma

Studenti contestano il ministro Fedeli alla Sapienza di Roma

- in Italia, Polemica
702
0
Fonte immagine: http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/foto/convegno-con-il-ministro-fedeli-alla-sapienza-di-roma-scontri-tra-agenti-e-studenti_3009983-2017.shtml

Dura contestazione degli studenti dell’Università La Sapienza di Roma verso il ministro dell’Istruzione Fedeli: slogan e lancio di uova per la sua visita

Probabile che non si aspettasse un’accoglienza simile il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli al suo arrivo all’Università La Sapienza di Roma, dove ha trovato una dura contestazione da parte degli studenti universitari a base di slogan e lancio di uova. Il ministro era stato invitato, insieme ad alcuni parlamentari, dalla facoltà di Lettere e filosofia per un convegno, ma ha dovuto fare i conti con la protesta contro i tagli all’istruzione.

I manifestanti hanno cercato di entrare con la forza nell’edificio dove si stava tenendo il convegno, ma sono stati fermati dalle forze dell’ordine; è in questo momento che la tensione ha raggiunto il suo picco, con lancio di uova e scontri con pugni e calci fra manifestanti e agenti. Nel frattempo il convegno è stato sospeso, ma gli studenti hanno continuato a contestare il ministro chiedendo un confronto che però la Fedeli ha rifiutato

fedeli5

Se mi chiedete un incontro sui precari lo facciamo, ma non è questa la sede adatta. Prendete un appuntamento e venite al ministero” sono state le parole del ministro e a nulla sono valse le richieste dei manifestanti che proponevano un incontro immediato per confrontarsi sul tema della precarietà. Ci è voluto un po’ di tempo per ripristinare la calma, ma nessun incontro fra le due parti ha avuto luogo. La polizia ha identificato 40 manifestanti che verranno denunciati.

Al termine della protesta, dunque, un nulla di fatto: gli stessi studenti hanno mostrato le loro perplessità per il fatto che il ministro Fedeli non abbia fornito alcuna risposta né abbia voluto confrontarsi con loro, invitandoli invece a prendere un appuntamento per recarsi al ministero. I metodi utilizzati dagli studenti sono stati senza dubbio forti ma, di fronte ad un’istituzione sorda che sembra voler evitare ogni confronto, possibile che gli universitari abbiano ragione nel manifestare anche in maniera dura le loro ragioni?

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Telefonini e smartphone: è pericoloso averli a “contatto”?

La recente sentenza del Tribunale di Ivrea ha