Spread: Trucco! Altro che scienza…

46

Lo spread  a 0,98, dimostra se ancora c’era bisogno, che l’economia non è una “scienza”, ma un “trucco”!

Quando Draghi nel 2012 finanziò LTRO con circa 700 miliardi, faticò non poco a convincere le banche ad acquistare i BTP emessi dagli stati, improvvisamente oggi, nessuna banca se ne vuole disfare.

Che sta succedendo?

È la paura!!! Hanno una fifa boia che il “sistema” collassi.

I grandi economisti che hanno rubriche su Repubblica e Corriere, quelli che sono esperti solo del “dopo”, non hanno neppure saputo anticipare la crisi del 2007 e adesso non sanno uscire da quella crisi che non hanno saputo prevedere!

Sono in una sorta di stand-by mentale.

Vediamo di riassumergli la situazione: Quale è la causa dell’attuale crisi?

Risposta: La causa è la mancanza di moneta! Non viene creata sufficiente moneta. Quello che viene creato è moneta-debito.

Se non crei moneta, banconote, allora non se ne esce!

Il fatto è questo: chi ha in mano i BTP, ha in mano il mondo. Ci sono 80.000 miliardi di dollari di debito che girano per il mondo e possono azzerare qualsiasi governo, qualsiasi opzione politica vada contro di loro.

Cosa vogliono i mercati? Sostanzialmente quello che vogliono è che tutto rimanga come è, visto il potere che hanno oggi.

Vogliono:

  • 1) Zero svalutazione
  • 2) Zero inflazione
  • 3) Zero fallimenti (di stati)

Quindi: fino a che la comprensione della moneta è quella che viene propagandata, da questa crisi non si esce. Lo spread dice che “i mercati non vogliono che finisca”!!!

Se svaluti, il loro potere diminuisce! Se l’inflazione aumenta, il loro potere diminuisce per erosione, non parliamo poi del fatto che tu proponi un hair-cut, un taglio ai debiti pubblici. I mercati non vogliono che la crisi finisca!

Tuttavia ci sono dei problemi, anzi a dire il vero un solo grande problema: noi!

Siamo per questioni percentuali, il loro unico problema. Spingendo per non far finire la crisi, i mercati hanno esagerato! L’euro, un sistema che è stato pensato per “indebitare” ogni soggetto, può saltare in aria. Ormai è chiaro, la moneta-debito, quella che viene creata dalle banche quando prestano soldi attraverso la concessione di mutui, genera problemi in “noi”. La traduzione a livello sociale è questa: i vecchi rappresentanti politici, nonchè camerieri dei mercati, perdono credibilità. “Noi”, non gli crediamo più!

Mettiamo che Podemos, o Le Pen vincano nelle elezioni, allora i mercati hanno il problema al punto 3. Se chiedono un fallimento parziale, su diciamo il 25% del debito, che accade? Minchia Johnny…la Bundesbank, il Banco di Santander et altre banche, per effetto domino vaporizzerebbero attraverso i derivati l’intero sistema finanziario globale. 

Gli do un consiglio, tanto non lo capiscono: bisogna emettere mille miliardi di euro in banconote!

Solo creando moneta libera da interessi, puoi risolvere questa crisi. È l’interesse, il “pasto gratis”, la rendita, che ha bloccato tutto.

Bisogna emettere banconote, liberalizzare il contante, abolire in Italia F24 e pagamento telematico. È anticostituzionale, illegittimo e pone una questione di legalità. È un “privilegio” delle banche! Possibile che non ci sia nessuno che lo capisca?

Manca la moneta! Le banche, se vai a ritirare 2000 euro ti segnalano. Vuol dire che a loro va bene usare la loro moneta, quella che si creano col click. Ma una banconota, non cambia anche se passa di mano in mille transazioni e non c’è “spesa di commissione”.

Di Franco Remondina

 

 

http://www.iconicon.it/blog/2015/02/trucco-altro-che-scienza/