Sotto la nuova autostrada non c’è ferro: ditta indagata

Sotto la nuova autostrada non c’è ferro: ditta indagata

- in Italia
696
0
Fonte immagine: http://www.intesacostruzioni.it/lavori-a31-rovigo-vicenza.htmlFonte immagine: http://www.intesacostruzioni.it/lavori-a31-rovigo-vicenza.html

Per risparmiare è stato impiegato meno ferro di quanto ne serviva: una ditta di Isernia è indagata per i lavori di costruzione di un tratto della nuova A31

Una ditta di Isernia è indagata per i lavori di costruzione che riguardano un tratto della nuova autostrada A31: per risparmiare avrebbe utilizzato meno ferro di quello che era necessario e previsto dal progetto. Dai primi elementi emersi dall’inchiesta aperta dalla procura di Rovigo, manca il ferro – o è presente in quantità minimesotto il manto dell’autostrada e nei sostegni dell’infrastruttura. A confermare l’utilizzo di un quantitativo di ferro inferiore ci sarebbe una consulenza tecnica.

Il reato contestato alla ditta che ha realizzato i lavori è truffa e frode in pubbliche forniture a danno della Società autostradale, che nell’eventuale processo potrebbe costituirsi parte civile. Le indagini condotte dalla Guardia di Finanza sono durate diverse settimane durante le quali sono state effettuate tutte le verifiche del caso. A segnalare la truffa da parte della ditta di Isernia è stato un dipendente della stessa società e in seguito al suo esposto è scattata l’inchiesta.

image

Nella denuncia dell’uomo era riportato attraverso numeri e dati l’ammanco di ferro nella costruzione del tratto autostradale, con un quantitativo di molto inferiore a quello che era stato previsto in sede progettuale. Una truffa che avrebbe potuto costare molto cara poiché, allo stato attuale delle cose, il tratto autostradale della A31 in questione potrebbe non essere sicuro. E se questo è l’andazzo delle aziende che operano nel settore, si spiegano gli “stranicrolli di ponti e viadotti, in certi casi addirittura pochi giorni dopo l’inaugurazione.

Secondo le indagini svolte attraverso i carotaggi nella struttura, l’assenza di ferro non dovrebbe creare problemi di stabilità, ma il condizionale è ovviamente d’obbligo. Ad ogni modo la procura dovrebbe chiudere a breve le indagini e formulare in maniera ufficiale le accuse all’azienda costruttrice, che sarà poi chiamata a difendersi e spiegare perché il ferro utilizzato è molto minore rispetto a quello inizialmente preventivato.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Telefonini e smartphone: è pericoloso averli a “contatto”?

La recente sentenza del Tribunale di Ivrea ha