Sistema anti-bufale di Facebook: funzionerà davvero?

Sistema anti-bufale di Facebook: funzionerà davvero?

- in Tecnologia
448
0

Il tanto atteso sistema-anti bufale di Facebook risulterà davvero utile? Fra limiti e criticità nel suo utilizzo, ecco come funzionerà il nuovo strumento

Facebook ha deciso di dare la caccia alle bufale, intese come notizie false (e non è la prima volta): per questo sta mettendo a punto un sistema che permetterà di segnalare le notizie non vere in modo che gli utenti possano distinguere le news verificate da quelle fake che ogni giorno invadono il più famoso dei social newtork e non solo. Tuttavia la tanto attesa nuova funzione potrebbe essere meno utile di quanto si pensi e difficilmente potrà liberarci dalle bufale, innescando anzi delle criticità piuttosto pericolose.

giro-di-vite-in-facebook-in-arrivo-lopzione-anti-bufale_4b28fa36-37af-11e6-a3af-dac62b547c7e_998_397_big_story_detail

Innanzitutto all’interno di Facebook sono già presenti gli strumenti per segnalare le notizie e i contenutifarlocchi”, ma poi i controlli da parte di chi opera nella sala comandi del social network non sono così attenti e scrupolosi (ed è per questa ragione che si è arrivati all’esigenza di un nuovo strumento per contrastare le bufale). In secondo luogo, la nuova funzione si presta facilmente ad un utilizzo distorto che si allontana da quello per cui è stata creata, ovvero segnalare le fake news.

Accanto al pollice del Like si troverà la dicitura “Disputed”, vale a dire contestato, che identificherà le notizie ritenute non vere. La controindicazione della nuova funzione è che si potrà utilizzare in qualunque caso, paradossalmente anche per contenuti che falsi non lo sono affatto ma che risultano poco o per nulla graditi, con tanti saluti alla verità e alla libertà di informazione (peraltro già seriamente in crisi sul social di Zuckerberg).

In base al numero di “Disputed”, quel contenuto sarà segnalato da un triangolino di colore rosso, che attesterà appunto la non veridicità della notizia. È facile immaginare come gruppi di persone unite da uno stesso ideale – o obiettivo – possano mettersi d’accordo per segnalare tutti insieme una determinata notizia solo perché a loro sgradita, e non perché falsa, e così facendo boicottandola. Insomma, la nuova funzione non è ancora stata lanciata ma mostra fin d’ora delle falle difficilmente eliminabili e non sembra affatto in grado di risolvere in maniera efficace il problema delle fake news, tanto che viene da domandarsi: ma non sarebbe meglio lasciare tutto così com’è, in attesa di un’idea migliore?

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Impara ad elaborare le tue emozioni con gli esercizi giusti

L’espressività di una persona si manifesta non solo