Sinergia tra università ed imprese: ecco il segreto per la ripresa

Sinergia tra università ed imprese: ecco il segreto per la ripresa

- in Italia
788
0

Senza alcun dubbio, quella tra università ed aziende è una sinergia che dovrà essere sempre di più potenziata al fine di generare uno scambio reciproco di informazioni e conoscenze.

Una simile interazione, infatti, consente di sviluppare una serie di competenze grazie alle quali è possibile affrontare le sfide dell’economia moderna senza troppe difficoltà. La collaborazione tra università ed imprese, pertanto, è l’unico modo per riuscire a dare forma a strategie aziendali volte alla crescita ed al potenziamento in ogni settore. Nel corso del tempo, sono state molte le università che hanno deciso di attivare percorsi condivisi al fine di consentire ai propri studenti di toccare con mano le realtà aziendali e, allo stesso momento, di fornire alle imprese conoscenze nuove ed utili.

Insomma, per guardare con speranza al futuro è quanto mai necessario un continuo confronto tra la realtà accademica e quella aziendale. Di sicuro, sarà necessario trovare un punto di incontro tra le esigenze di due mondi così diversi e complementari. L’università, dal canto suo, ha estrema necessità di divulgare e consentire a tutti coloro che ne abbiano interesse di conoscere le dinamiche alla base del mercato. Le aziende, invece, nella maggior parte dei casi non hanno alcuna intenzione di rendere pubbliche alcune le strategie grazie alle quali riescono ad avere la meglio sui loro concorrenti. Si tratta, pertanto, di una sfida a dir poco avvincente che, però, potrebbe portare notevoli benefici ad entrambe le parti.

In ogni caso, l’open innovation sta sempre di più diventando una costante e, per tale ragione, è quanto mai importante che le aziende riescano a mettere da parte le dinamiche conflittuali per lasciare spazio ad un più costruttivo confronto partendo, proprio, dalla collaborazione costante con le università. Di esempi ce ne sono davvero molti e, a guardar bene, sono tutti positivi. La LUISS di Roma, la Bocconi ed il Politecnico di Milano e la Federico II di Napoli sono solo alcune delle università che hanno deciso di attivare percorsi volti all’inserimento di risorse nelle aziende che hanno aderito a progetti di interazione reciproca. Una cosa è certa: quello tra le università e le aziende è un matrimonio di interesse. Lo scambio di informazioni e di competenze, infatti, genera benefici ad entrambe le parti e consente una conoscenza ed un confronto reciproco.

Di sicuro, per la realtà accademica italiana è quanto mai importante che le aziende aprano le porte agli studenti che, pur essendo molto preparati dal punto di vista teorico, troppo spesso hanno carenze rilevanti sotto il profilo pratico. In tale ambito, negli ultimi anni, le università italiane hanno fatto passi da gigante. Un aspetto da non sottovalutare riguarda anche il fatto che una costante sinergia tra università ed aziende consente anche alle prime di godere di finanziamenti molto interessanti grazie ai quali attivare progetti di ricerca audaci ed all’altezza degli standard internazionali. La crisi alla quale sono attualmente costrette a fare fronte la maggior parte delle aziende italiane potrebbe essere facilmente superata grazie all’aiuto di giovani competenti e pronti ad affrontare problematiche complesse e sempre più articolate. Che proprio la competenza sia l’elemento fondamentale per avere la meglio in un mercato internazionale in continua evoluzione?

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di