Simone Farina, dopo la denuncia di calciopoli non trovò più lavoro in Italia!

350

Il nome di Simone Farina potrebbe essere sconosciuto ad un gran numero di persone, eppure qualche anno fa divenne protagonista delle cronache sportive e non solo, un eroe positivo che diede il buon esempio in un mondo, quello sportivo e soprattutto quello calcistico, che di figure come la sua avrebbe estremo bisogno. Farina era un calciatore che militava nel Gubbio, sgroppava sulla fascia da terzino che non aveva le stimmate del fenomeno, ma si era costruito una carriera con dignità.


Balzò alle cronache poiché decise di denunciare un tentativo di corruzione ai suoi danni: gli fu messo sotto il naso un assegno da ben 200 mila euro per truccare un incontro, Cesena-Gubbio, partita di Coppa Italia che si disputò il 30 novembre del 2011. Farina si rivolse prima alle autorità sportive e poi a quelle penali, facendo venire a galla il marcio che si celava dietro l’offerta che gli fu fatta, una realtà intricata di partite combinate in cui erano gli stessi giocatori a vendere gli incontri, creando un giro d’affari che andava a rimpolpare le tasche degli scommettitori e i loro stessi stipendi.


Per Farina venne il tempo degli applausi e dei complimenti, per la dignità e la schiena dritta mostrate. Ma furono solamente parole: nei fatti, Simone Farina non trovò più una squadra in Italia disposta ad ingaggiarlo e poco meno di un anno dopo la sua denuncia fu costretto ad emigrare in Inghilterra, assunto dall’Aston Villa per insegnare ai bambini a giocare a calcio. Soltanto in terra inglese la sua integrità e la sua sportività sono state apprezzate al di là delle parole, e l’ingaggio dell’Aston Villa venne preceduto dalla nomina della Fifa che lo ha reso ambasciatore del fair play. Un gesto che ha dato ancora più peso alle parole che Ronald Noble, che ricopre il ruolo segretario dell’Interpol, ha speso per lui: “Per i ragazzi, Farina dovrebbe essere importante come Messi e Ronaldo“. Stride forte il contrasto con l’Italia, dove Farina ha trovato tutte le porte sbarrate dopo la denuncia e si è dovuto ritirare dal calcio giocato, ad appena 29 anni.

Il team di BreakNotizie