Siamo in piena divulgazione

49
30 gennaio 2014 su Italia 1 è andata in onda la terza puntata di Mistero e come sempre i servizi più interessanti sono stati quelli di Adam Kadmon.
Il personaggio mascherato ha parlato questa volta della verità sugli alieni, ripercorrendo i più importanti avvistamenti ufo e rapimenti alieni della storia dell’ufologia.
Il servizio è iniziato con una frase di Adam:
Ci sono alcune persone che vogliono farci credere che gli alieni sono ostili ma questa non è la verità“.
Il primo caso raccontato è stato quello di Travis Walton, la cui verità sul rapimento alieno è completamente diversa da quella raccontata sul web o nel film Bagliori nel buio del 1993.
La versione ufficiale è che Travis si ferì posizionandosi sotto il fascio di luce del disco volante e gli alieni intervennero portandolo a bordo per curarlo.
Walton rimase sorpreso da ciò che vide: uomini e donne in tuta azzurra slanciati e di bell’aspetto.
Non si trattò per niente di un rapimento, infatti gli alieni lo lasciarono sulla Terra guarito e soprattutto libero.
Il secondo caso affrontato è stato l’avvistamento ufo avvenuto a Los Angeles il 25 febbraio 1942, quando una enorme astronave, circondata da velivoli più piccoli, sorvolò l’area della città californiana.
L’esercito statunitense cercò subito di abbatterla con miliardi di proiettili ma accadde qualcosa di inaspettato: i proiettili esplodevano contro una sorte di invisibile schermo difensivo.
L’astronave non rispose assolutamente agli attacchi, anzi proseguì nel suo viaggio in direzione dell’Oceano Pacifico.
tunnel california adam kadmon
Tunnel California
Ancora oggi molti ufologi non capiscono il motivo per cui si verifichino così tanti avvistamenti in questa zona dell’America e secondo Adam Kadmon la risposta si trova nelle profondità marine.
Infatti, analizzando dal satellite le zone costiere della California, si possono notare dei tunnel dell’ampiezza di 1,5 km, ovvero strutture artificiali costruite da forme di vita intelligente, molto simili a quelli trovati sul pianeta Marte.
Infine Adam chiude il servizio con un messaggio che ci fa veramente riflettere:
Se gli alieni fossero veramente presenti sulla Terra e fossero ostili come ci fanno credere, avrebbero già sterminato l’umanità con le loro potenti armi, per esempio:
  • farebbero cadere sugli oceani oggetti, la cui velocità di impatto libererebbe energia sufficiente a produrre onde alte 1 migliaio di metri; ciò provocherebbe la morte in pochi secondi di 3 miliardi di persone;
  • poi userebbero armi nucleari senza la ricaduta radioattiva per mantenere il pianeta abitabile;
  • infine diffonderebbero virus per eliminare quei pochi sopravvissuti rimasti“.
E voi cosa ne pensate?

 

Fonte: http://risvegliodiunadea.altervista.org/