Scontro e problemi tra Argentina e Inghilterra

Scontro e problemi tra Argentina e Inghilterra

- in Cultura
697
0

L’oggetto della contesa sono le isole Falkland, conosciute anche come isole Malvine, che si trovano nell’oceano Atlantico, vicino all’Argentina.

Le isole Malvine, dal lontano 1833, sono l’oggetto della contesa diplomatica tra Argentina e Inghilterra: ognuno dei due governi e rappresentanti ha espresso le motivazioni per le quali quelle isole dovrebbero essere considerate come loro possedimento.
L’Inghilterra costruì in quell’anno una base navale, e quattro anni dopo, un ufficio di amministrazione, ed è proprio per questo che gli inglesi, ed in particolar modo e recentemente il Primo Ministro David Cameron ha espresso il suo parere, ovvero che quelle isole appartengono all’Inghilterra.
Gli argentini ed il governo invece sono di parere contrario: trovandosi nei pressi del Paese, le isole Malvine sono di possedimento argentino, anche perché diversi nativi erano presenti in quelle isole prima della colonizzazione inglese.
Inoltre, un recente referendum ha messo in risalto il parere degli isolani, che si considerano argentini al cento per cento.
La disputa continua ancora oggi, e lo scontro tra i due governi sembra ormai inevitabile visto che, durante una cena, Hector Timerman, ministro argentino, ha sfidato ad un dibattito proprio David Cameron, definendo gli inglesi come anarchici ed invasori, sottolineando che quelle isole appartengono all’Argentina, e che il parere degli abitanti deve essere rispettato.
Nel 2009 inoltre, sembra che alcuni tecnici inglesi cercarono di modificare l’opinione pubblica degli isolani espressa sul web, in maniera tale che le Malvine divenissero inglesi.
Cameron non ha ancora risposto alla sfida, ma sicuramente col passare del tempo ci saranno ulteriori sviluppi sulla questione isole Malvine.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di