Scienza: le scoperte che il potere non vuole svelare

Scienza: le scoperte che il potere non vuole svelare

- in Scienza
465
0

Quando parliamo di Potere pensiamo a organizzazioni segrete, logge massoniche, attori di una società sempre più frammentata, che si nutre della paura, delle menzogne, muovendosi con l’astuzia di pochi e abili manipolatori, in mezzo alla stupidità di molti presunti esperti. Così, il web si popola di leggende, storie di geni incompresi, primo tra tanti, Nikola Tesla. Ma si possono citare anche Albert Einstein, studente mediocre per un lungo periodo della sua vita; oppure Galileo Galilei, processato dalla Santa Inquisizione.

La storia della scienza è popolata di personaggi che diedero contributi fondamentali a grandi conquiste dell’umanità, alcuni caddero nell’oblio della memoria collettiva, altri divennero famosi, e nelle loro vicende è scritta la storia di tutti gli esseri umani, nessun mistero: si nasce, si cresce, si muore. A volte si diventa famosi, altre volte no.

La funzione di alimentare il mito censore delle scoperte segrete di scienziati del passato nascoste all’umanità dal Potere, è quella di distrarre le persone dalle ricerche che si svolgono quotidianamente nei laboratori segreti di industrie militari, farmaceutiche ed elettroniche. Non ieri, ma oggi e domani.

Così, mentre ci si affanna a narrare delle miracolose macchine di Nikola Tesla, le scoperte fatte oggi, nei laboratori di industrie farmaceutiche, militari, nanotecnologiche, entrano sul mercato dei medicinali, della guerra, dei prodotti per la cura dell’auto, senza suscitare alcun interrogativo sulla loro compatibilità con il genere umano, la vita civile, la società.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di