Russia: Putin dialoga con gli USA ma è pronto ad intervenire in Siria

Russia: Putin dialoga con gli USA ma è pronto ad intervenire in Siria

- in Mondo
985
0

Gli Stati Uniti d’America e la Russia hanno ripristinato i contatti militari: tale notizia è stata riferita dal portavoce del Ministro della Difesa russo e, ovviamente, non ha tardato a fare il giro del mondo. Inoltre, pare che Sergey Shoygu ed Ashton Carter abbiano raggiunto l’accordo necessario per il dare seguito al dialogo.

Il contatto telefonico della scorsa settimana tra Shoygu e Carter, dunque, ha aperto la strada ad uno scenario decisamente molto interessante. In occasione del colloquio, infatti, i due Ministri hanno approfondito anche la questione mediorientale soffermandosi in particolare sulla complessa situazione siriana ed irachena. A riguardo, sembra che USA e Russia siano riusciti a trovare non pochi punti di incontro.

Lo scenario geopolitico internazionale, però, non sembra affatto dare prova di un accordo tra Russia e Stati Uniti d’America. Al contrario, il Presidente Putin, proprio questa mattina, ha reso noto il fatto di essere disposto ad intraprendere un’azione militare in Siria anche in totale autonomia. Nella sua opinione, infatti, per sconfiggere il terrorismo e ristabilire la pace in Medio Oriente e, in particolar modo, in Siria, è necessario andare in soccorso del Governo di Bashar Al Assad. Proprio Putin, dunque, ha chiaramente fatto presente di non apprezzare la strategia americana finalizzata a rovesciare il Governo di Damasco. Secondo il Presidente russo, infatti, qualora dovesse palesarsi una simile situazione, lo scenario non sarebbe affatto diverso da quello nordafricano.

Ovviamente, l’Europa si trova nuovamente a fare fronte ad uno scontro a distanza tra Stati Uniti e Russia e deve essere pronta a schierarsi nell’eventualità in cui se ne dovesse presentare la necessità. In merito, però, è necessario fare presente che alcuni Paesi dell’Unione non hanno alcuna intenzione di dare forma ad un dialogo con Assad e, quindi, con Putin e con la Russia. Non mancano, però, anche i sostenitori di un intervento in Siria finalizzato ad aiutare Assad ed a sconfiggere l’ISIS. A questo punto, non resta che capire chi avrà la meglio nel Vecchio Continente. Una cosa è certa: Putin non sembra essere intenzionato a tornare sui propri passi e, pertanto, l’intervento in Siria pare non essere affatto un’opzione remota. Ma come reagiranno gli americani ad un eventuale intervento russo in Siria al fianco di Assad? Quale sarà la risposta del Presidente Obama alle decisioni di Putin?

È difficile non ipotizzare che il tentativo da parte degli Stati Uniti di riaprire un dialogo militare con la Russia fosse finalizzato ad evitare o, almeno, rimandare l’intervento in Siria. Resta il fatto che Putin sembra essere piuttosto convinto della necessità di intervenire al fianco di Bashar Al Assad e che non sarà certo il parere negativo di Washington a fermarlo. Il timore degli americani, quindi, sta per diventare una realtà difficilmente gestibile: nel caso in cui, infatti, proprio la Russia riuscisse a riportare la pace in Medio Oriente, gli attuali equilibri internazionali subirebbero un drastico cambiamento e molti Stati deciderebbero di guardare alla Russia come una valida alternativa agli USA. Che la superpotenza americana stia capitolando di fronte ad una Russia sempre più in cerca di consensi internazionali?

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di