Risparmio energetico: nasce la casa che “cambia forma” secondo le stagioni

44

 

La casa che cambia forma a seconda delle stagioni per adattarsi alle esigenze ambientali è un progetto avveniristico che arriva dalla Gran Bretagna. Questa casa per sfruttare al meglio le condizioni meteorologiche è in grado di assumere 8 diverse forme.
La  è una creazione ambiziosa di due architetti inglesi e dello staff del loro studio di progettazione e design (D*Hous Company). Questa casa è tipo un origami e si muove su una serie di binari in base ai dettami di un teorema matematico (haberdasher’s puzzle) molto complesso. La sua flessibilità la fa cambiare in base alla notte, al giorno e al variare delle stagioni.
Il risultato del lavoro straordinario di David Ben Grünberg e Daniel Woolfson è un’abitazione eco sostenibile, che cambia la posizione di porte e finestre in modo da assumere sempre la posizione più appropriata per massimizzare il risparmio energetico.
Questa casa che si muove sul posto alla continua ricerca dell’affaccio più luminoso, offre ai proprietari la possibilità di cambiare spesso la disposizione degli ambienti.
La D*Dynamic racchiude otto case in una unendo architettura, matematica, economia, ecologia e biomorfismo.
L’azienda, che non è nuova a progetti di questo tipo, ha unito le competenze di ingegneri, tecnici e architetti per realizzare uno stile di casa nuovo, in un ottica futuristica in cui l’abitazione varierà sul volere del proprietario e con un semplice comando a pulsante. La D*Dynamic fa parte di un pensiero che non interpreta solo la casa come edificio, bensì come un volume abitativo in grado di interagire con i luoghi e le esigenze in evoluzione.
La casa in sè è composta di due camere da letto, un bagno ed un’ampia zona giorno open space. Le pareti interne in vetro sono progettate per diventare pareti esterne (più spesse ed isolanti) e viceversa, così come le finestre possono diventare “magicamente” porte.
Questa abitazione scomponibile è anche in grado di variare semplicemente a seconda delle esigenze di chi la vive.
Questa casa puzzle è ancora allo stadio iniziale di progetto e non sono certi i tempi per la sua realizzazione. Certo è che il controllo dell’orientamento permetterà di far vivere al meglio gli abitanti di D*Dynamic e, ad esempio, consentirà di avere i pannelli solari sempre esposti alla luce.
Ovviamente quando la struttura è in movimento viene mantenuta la totale sicurezza grazie all’uso di resistenti binari di supporto e una rigidità sufficiente. Infine per la realizzazione verranno impiegati materiali adatti allo scopo e nel pieno rispetto dei canoni ecologici.